Test sugli animali: come si può restare a guardare?

Io questa sera proprio non ce la faccio ad andare a letto se prima non mi sfogo scrivendo un po’ di un problema che da quando sono piccola mi manda su tutte le furie: I test sugli animali!! Immaginate una persona (se cosi si può definire) che fa questo lavoro (se cosi si può chiamare),ha una famiglia una vita, ogni sera torna a casa dopo aver massacrato piccole  creature indifese terrorizzate e impazzite. Io mi chiedo,anzi spero che tutta la notte non riesca a chiudere occhio per i sensi di colpa,o forse il cuore la madre si è scordata di farglielo in quei nove mesi di gestazione???? Cosi oggi per deprimermi un pò di più mi sono messa a girare siti scoprendo e vedendo cose orripilanti e davvero mi stavo per mettere a urlare!! Per esempio .  Io penso che se ne parla troppo poco e siamo circondati da industrie e marche che a nostra insaputa compiono atti inimmaginabili. Pensate che anche molte compagnie aeree sono coinvolte, qui vi è la lista nera dei prodotti da non comprare, mi raccomando fate attenzione alle marche che vi capitano sotto mano al supermercato d’ora in poi. Io ho deciso di stampare la lista e di portarla sempre con me, per stare più attenta e farla cooscere a più gente possibile.  Ho appena letto una delle tante crudeltà a cui dei bianchi e innocui conigli sono sottoposti:  si chiama Draize test; si prendono dei conigli, gli si blocca la testa in una gogna apposita (in modo che non possano grattarsi o sfregarsi) e gli si inietta negli occhi (o sulla pelle) la sostanza da testare (che spesso è già stata testata miliardi di volte da altre aziende). Il coniglio spesso, mentre la sostanza irritante gli perfora la pelle, gli divora la carne o gli corrode gli occhi, si spezza l’osso del collo cercando di liberarsi dalla gogna, perché non sopporta il dolore del suo corpo scarnificato. Ma questa è solo una delle pratiche assassine che la vivisezione mette – INUTILMENTE – in atto. BASTA io ne ho le tasche,i secchielli ho ogni contenitore pieno di queste crudeltà ma come si fa a vivere ogi giorno pensando a quello che accade io non riesco a non pensarci devo fare qualcosa devo intervenire..ma poi penso “io? e chi sono cosa potrei fare?” Come mi sento impotente. Piccoli animali io vi voglio bene.

Annunci

One Comment Add yours

  1. bibliostatuario ha detto:

    Condivido in pieno! La maggior parte dei testi sugli animali sono inutili anche perché possono dare risultati fuorvianti, oltre, ovviamente, infliggere sofferenze ai poveri animali che difficilmente sono giustificabili con la motivazione della ricerca. La stessa cosa accade con lo sterminio dei cetacei ad opera di giapponesi e norvegesi sotto la bandiera della “ricerca scientifica”.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...