Zuccotto di Ricotta

Brrr, che freddo Dicembre è arrivato!! Oggi sono così felice: ho preso il mio primo sette e mezzo  in matematica in quattro lunghi anni di liceo scientifico. Questi sì che sono progressi, non trovate!?! E quale modo migliore di festeggiare questa bella notizia se non con un dolce? Questo però non è uno di quei soliti ciambelloni o torte cioccolatose stoppacciose e pesanti, ma un semifreddo di ricotta e cioccolato, che qui a casa nei giorni di festa è un “Must have”.

INGREDIENTI:

Una confezione grande di pavesini

800 gr di ricotta (qualità, secondo i gusti; io preferisco quella di pecora perché è più saporita)

100/150 gr di cioccolato extra fondente tritato

4-5 cucchiai di cacao in polvere e zucchero

8-10 tazzine di caffè (se temete sia troppo eccitante, usate quello decaffeinato o, in alternativa, succo d’ananas)

PROCEDIMENTO:

In una terrina lavoriamo con una forchetta la ricotta e lo zucchero, aggiungiamo poi il cacao in polvere e infine, quando il composto è bello cremoso, il cioccolato tritato.

Mentre lasciamo il composto riposare in frigo, foderiamo uno stampo con i pavesini inzuppati nel caffè.

Versiamo poi il composto nello stampo, chiudiamo il tutto con uno strato finale di pavesini inzuppati; copriamo il tutto con un piatto e mettiamo in frigo a riposare per qualche ora.

Quando è il momento di servire, rovesciare lo zuccotto sul piatto di portata, decorando a piacere. Per esempio, si può semplicemente spolverare con cacao amaro, oppure guarnire con qualche fiocco di panna montata, oppure, a seconda della stagione e della festività, mettere decorazioni in zucchero o pasta di mandorle colorati.

Volendo, se non si vogliono usare pavesini, savoiardi o altro, si può mettere il composto per un dessert veloce, veloce: basta metterlo nelle coppette da gelato, lasciare un po’ in frigo e poi, al momento di servire, guarnire con un paio di lingue di gatto o cannoncini, un fiocchetto di panna montata e un po’  di cioccolato fondente fuso.

Che ne dite? Un dolce che non ha bisogno di forno, farina, uova, burro o latte, praticamente soltanto buona ricotta fresca e tanta felicità.

PS: Noi di solito usiamo la ricotta di pecora perché è più saporita però si può usare anche quella di mucca che è più leggera.

 VLUU L100, M100  / Samsung L100, M100

Ecco qui mamma che lavora la ricotta e Julia che trita la cioccolata. E io? Io ho fatto le foto e da assaggiatrice primaria!

 VLUU L100, M100  / Samsung L100, M100

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...