Irish Soda Bread=voglia irrefrenabile d’Irlanda

Buona Epifania a tutti…                                                                                                                    

…befane e befani (compresa me)! Ora che avete distribuito dolcetti e leccornie ad amici e parenti è ora di godersi questa ultima Domenica di festa prima dell’inizio della settimana che ci farà tornare tutti alla normalità–> ovvero io dovrò risintonizzare la mia testa sul canale scuola -_-

Sono emozionata. Questa è una delle più belle mattine che abbia mai vissuto: mi alzo,vado in cucina, saluto i miei genitori, prendo la colazione, sposto la sedia per sedermi e che trovo? … LA CALZA DELLA BEFANA!!

Ma la cosa che mi rende ancora più felice è che dentro non c’erano le classiche caramelle o merendine ma 100 pirottini di carta, una bustina di semi di zucca e una stampo rettangolare in ceramica! Grazie befana Mamma e befano Papà per questi regali. Mi sono davvero commossa perchè è stata una sorpresa in tutti i sensi: pensavo che ormai i pensierini il giorno della Befana fossero superati e invece no; i genitori non riescono a privarsi del sorriso e della sorpresa dei propri figli mentre scartano i regali.

Così ho deciso di mettermi subito all’opera e utilizzare i semi di zucca e lo stampo per fare il mio primo pane! Diciamo che ho fatto “zapping” tra i vari blog di cucina che seguo per cercare una ricetta facile e veloce. Poiché mi stavo impazzendo con il lievito, ho puntato sull’IRISH SODA BREAD, un pane tipico irlandese che non contiene lievito di birra o lievito naturale. Come agente lievitante usa il bicarbonato mescolato al latticello che contiene acido lattico, crea una reazione chimica sprigionando bolle di anidride carbonica che permettono al pane di lievitare. È un pane che si prepara in pochissimo tempo e una volta impastato va subito infornato. L’Irish soda bread viene fatto in tanti modi: c’è chi aggiunge dell’uvetta sultanina, ribes, zucchero, burro e altri ingredienti, ma un irlandese doc vi direbbe che questo non è il vero pane irlandese, ma un pandolce o un pane alla frutta, perché quello che loro mangiano quotidianamente non contiene tracce di frutta. Utilizzano questo pane per accompagnare i vari pasti, ottimo per la prima colazione, da servire con burro, marmellata, miele, formaggio cremoso e/o con una bella tazza di tè o caffè.Originariamente veniva fatto soprattutto con farine integrali, ma esse possono benissimo essere mescolate con altre farine in base al gusto personale o fatto con sola farina bianca. Un’ultima curiosità, il 17 marzo, in occasione della festa di San Patrizio, il santo patrono dell’Irlanda, sulle tavole degli irlandesi non deve assolutamente mancare l’Irish soda bread!

IMG_3799

Ragazzi è appena suonato il timer, l’odore è buono, si presenta bene e che dire? Ah sì! Vi dico che questo è il sito ufficiale che dice come riconoscere il vero Irish Soda Bread e nel quale vi sono varie informazioni sulle tradizioni culinarie e (non solo) Irlandesi. Questa  invece è la versione da cui ho preso spunto.

INGREDIENTI:

250gr farina di riso

 250gr di farina integrale

2 cucchiai di aceto (anche aceto di mele)

500 ml di latte

30 gr di fiocchi di avena

1 cucchiaino di zucchero e sale

1 cucchiaino e uno e mezzo di bicarbonato

 semi di zucca e di lino (qb)

PROCEDIMENTO:

1-Per prima cosa munirsi di due terrine; nella prima versare il latte, l’aceto e mescolarli per una decina di minuti finché l’aceto non coagula il latte

2-Nella seconda terrina mettere la farina, il bicarbonato, il sale e l’avena e amalgamare bene,

la consistenza deve essere quella del parmigiano grattugiato (per capirci deve essere un composto morbido e sbriciolato).

3- Unire poi la prima terrina alla seconda e impastare un po’, si otterrà un impasto molto ma molto molle e appiccicoso

In questa fase ero un po’ impanicata perchè mi sono ritrovata con le mani completamente sommerse e appiccicose ma con l’aiuto della farina ho risolto tutto, quindi fase:

4- prendere una spianatoia di legno e cospargerla bene di farina (anche le mani) e lavorare poco solo per dargli la forma. Quella tradizionale è un panetto rotondo alto più o meno 3 cm con una netta incisione a croce, ma io l’ho versato nel nuovo stampo che è rettangolare.

5- mettere in forno per 30/40 minuti a 220°

I miei genitori sono usciti,ho ancora un’ora  per preparare il pranzo,il pane è pronto…il mio PRIMO PANE!!

irishsodabradcollage

irishbread(primopane) (5)          irishbread(primopane) (4)m

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...