Sweet Disney Week: una miniera di bontà

Oggi ho proprio voglia di condividere con voi un segreto: fin da quando ero piccola gli amici dicevano ai miei genitori “Certo che è una ragazzina proprio creativa” e questa creatività la devo tutta fino all’ultima goccia a mia Mamma che mi ha sempre stimolato tra fiabe e racconti. E poi non posso non riconoscere  il merito ai cartoni Disney. Come tanti sono cresciuta con Bambi, Il re leone, Pocahontas, Aladin, Dumbo: com’era bello tornare a casa dalla materna e mettere la videocassetta nella tv, quell’azione monotona che noi bimbi avevamo imparato appena tornati a casa. E così ogni pomeriggio aspettavo ansiosa la nascita di Simba o vedere Jasmin e Aladino trasportati dolcemente sul tappeto. E come ogni pomeriggio sempre la stessa sorpresa, gli stessi pianti e le stesse canzoni cantate da perfetta bimba di 4 anni. Che tenerezza questi ricordi…
Ma un cartone che non mi ricordo molto è Biancaneve. È da un bel po’ di settimane che ho questo desiderio: ma i sette nani, dopo che Biancaneve se ne è andata con il suo bel principe, che fine hanno fatto?miniere di marmellata (11)

Si saranno di sicuro sciupati perché, da quel che ricordo, quando Biancaneve viveva con loro, perfino Cucciolo si era fatto bello rotondetto: una torta di mele qua, crostate di là, insomma in quella casetta nel bosco, grazie a Biancaneve, i nani mangiavano come pochi. Ma da quella mattina, quando Biancaneve decise di salire sul cavallo bianco insieme al suo amato Principe, mi chiedo proprio chi pensi a quei poveri nanetti… Meriterebbero un po’ di gratitudine.
E poi ricordiamoci che lavorano in miniera, è un lavoro stancante. Solo il tragitto che impiegano ogni giorno,su quel ponte traballante metre cantano” Ehi oh Ehi oh” richiede molta precisione e assiduità!!
Così io da buona samaritana mi sono presa cura di loro.
miniere di marmellata (8)

In che modo? Ho fatto la Biancaneve della situazione e,grazie alla ricetta della mia amica Sara,i nostri cari 7 nani se li sono gustati tutti.

Ingredienti:
200g farina
100g burro
100g zucchero
1 uovo
un goccio di latte
1 cucchiaino di lievito per dolci

Procedimento:
Fate ammorbidire il burro e aggiungete la farina, poi lo zucchero ottenendo
un impasto granuloso. Quindi aggiungete l’uovo,il latte e il lievito.
Se l’impasto è troppo lento o appiccicoso,
aggiungete altra farina fino ad ottenere un impasto
morbido ed elastico.
Dunque stendetelo ad un’altezza di 3-5mm.
Per fare il ripieno: tagliate dei
dischi, farcitene metà al centro e copriteli con l’altra metà,
schiacciate bene i bordi e ritagliateli.
Suggerimento: in alcuni ho messo una mela a dadini
e li ho fatti cuocere con zucchero di
canna e succo di limone finché il liquido non si
è addensato, e poi ho aggiunto la cannella. Altri li ho riempiti con della marmellata di visciole.
Questi dolcetti sono molto versatili: l’ interno si può farcire praticamente con tutto e sono perfetti in ogni momento della giornata: a colazione con una tazza di latte, a merenda con una fresca spremuta di arance!

miniere di marmellata (1)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...