Pasta Multicolore:Radicchio e Noci

Ebbene, sì: questa è la mia prima pasta!

pasta radicchio (2)

Non sono una gran consumatrice  di pasta ma da un po’ di giorni mi ronzava in testa questa ricetta per vari motivi:

1 avevo un radicchio in frigo che ogni volta che aprivo il frigo mi implorava dicendomi  ” Ti prego cucinami”!

2 Questo è il colmo: avete presente la pasta multicolore (verde,nera,viola ecc.)? Non l’avevo mai mangiata e mai comprata ma quando sono andata a Berlino,questo Natale, in un ristorante italiano ce l’hanno regalata e fino ad oggi era rimasto questo pacco nella dispensa tra gli altri tra le marche nostrane e si sentiva un po’ “estraneo” e così per porre fine a questa situazione “ambigua” ho deciso di farli fuori!!

Ingredienti (per 4 persone se considerate una porzione di 80 gr):
320 gr di pasta
un cespo di radicchio (più o meno 400 gr)
6 noci
un limone
100gr di formaggio morbido (ho usato la robiola ma va bene anche il caprino,ricotta ecc..)
una foglia di alloro

Procedimento:

Lavate e tagliate il radicchio alla base delle foglie, staccatele e lavatele. Tagliate le foglie a listarelle sottili o a rettangolini. Intanto in una pentola far bollire l’acqua e cuocere,quindi la pasta.In una padella versare un mestolo dell’acqua di cottura della pasta, i cipollotti tagliati a fette sottili e il radicchio.Fate rosolare il tutto e poi unite il vino bianco,lasciate sfumare. Prelevate buona parte del contenuto e trasferitelo nel mixer, frullatelo con le noci e il formaggio e  il succo del limone fino ad ottenere una crema abbastanza densa. A questo punto la pasta dovrebbe essere cotta,trasferitela nella padella con il restante radicchio,unite la crema ottenuta e delle foglioline di timo.

…Il pranzo è servito!

Prima di lasciarvi (devo fare i compiti) vi voglio consigliare un libro che ho incominciato da pochi giorni a leggere “Piccoli limoni gialli”di Kajsa Ingemarsson (Mondadori).  Da quel che ho letto vi posso dire che…Agnes,la protagonista,da cameriera e addetta ai vini vede il suo mondo andare in pezzi: il suo capo tenta  di molestarla ma lei fa cadere una bottiglia preziosa e così la licenzia. Rientrando a casa frustrata e amareggiata viene accolta, anziché dall’abbraccio consolatorio del fidanzato, dalla notizia che lui ha deciso di lasciarla. E un’altra brutta sorpresa è in arrivo dai genitori… Ce n’è di che chiudersi in casa a compiangersi. E invece Agnes non vuole darsi per vinta e, superato l’iniziale sconforto, cerca di riprendere in mano la propria vita accettando la proposta di un amico: aprire insieme un piccolo ristorante.La storia è ambientata nell’inverno svedese ma grazie alla sua passione per la cucina arrivano profumi e sapori del Mediterraneo e di quei Piccoli limoni gialli che diventeranno l’insegna del locale. Per ora sono arrivata a questo punto io mi chiedo avrà fatto bene Agnes a lanciarsi in questa impresa? Troverà di nuovo l’amore? Non mi (ci) resta che leggerlo!

pasta radicchio (3)

Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Laura Locatelli ha detto:

    Ciao! E’ proprio una bella ricetta e vorrei provarla al più presto, ma non ho capito bene quando va messo il limone 🙂

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Grazie Laura di avermelo fatto notare, che svista! Si è stata una pasta davvero saporita, tocca rifarla!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...