Dopo un po’ di sana campagna, giornata di esperimenti: Pane con il lievito madre senza rinfresco

il

Rieccomi di nuovo nella mia postazione, seduta sulla sedia nera di Ikea, con mille schede come Facebook, Youtube, Pinterest, Twitter e Hotmail aperte, come si dice, per essere sempre aggiornate o almeno tentare di farlo. Il fatto è che ormai sembra inevitabile circondarsi di tutta questa tecnologia ed è interessante lo sviluppo che stiamo avendo tra telefoni e applicazioni, ma è così bello poter staccare un po’ e concedersi dei giorni di pieno relax, un po’ come un ritorno alle origini.

Sono stata meravigliosamente bene durante questo ponte, in campagna, 5 giorni di puro relax senza il problema di dovermi alzare presto e uscire di casa velocemente. E poi mi sono fatta una “sana” – se così si può dire -scorpacciata di carciofi fritti! Io che solitamente non amo le cose fritte, davanti a quei carciofi dorati e morbidi non ho saputo resistere. Una delle cose che mi fa impazzire della vita della campagna, a parte al fatto che ognuno ha un terreno più o meno grande con i propri animali, ortaggi e alberi, è la vita così rustica, semplice. È così bello vedere con quanta facilità le persone invitano a cena gli amici, ma anche gli amici di amici, così, tanto per passare la serata in compagnia senza tutti quegli affanni! E non importa se sono le 5, se è l’alba, e la sera prima ho fatto le 2, la mattina è sempre un piacere girarsi nel letto e sentire il “Chicchirichì” del gallo; niente in confronto del petulante “Tiriìi-Tiritì” della sveglia!

Ma cerchiamo di stringere. Io, tutto questo discorso, perchè lo sto facendo? Sì, a parte che mi piace chiacchierare e quando incomincio continuerei, ma il motivo principale è l’esperimento di oggi. Come vi ho detto, sono tornata a casa e la prima cosa che ho fatto è stata controllare la mia pasta madre, non vi pensate che in campagna non ci abbia pensato: ho chiamato mamma e le ho dato le coordinate per rinfrescarla, altro che battaglia navale! Così l’ho ho tirata fuori e non mi andava di rinfrescarla di nuovo, mamma me l’aveva rinfrescata venerdì sera, erano passati due giorni, ma è stata sempre in frigo e non era molto acido l’odore così mi sono detta: sto a casa, è domenica, sono solo le 11, ma sì, proviamo a fare un bel pane!  E così ecco qui una lavorazione semplice, che ci permette di ottenere un impasto molto lavorabile (infatti ho realizzato varie forme). Sono soddisfatta dei pani ottenuti. L’unica pecca  forse è che dovevo spennellarli di olio o latte per rendere la crosta più sfiziosa, ma anche così ho ottenuto un pane se non …bello bello, sicuramente …buono buono, per odore e sapore.

panepastamadresenzarinfresco2giorni (1)

   Ingredienti:

350 gr lievito madre (in genere rinfrescato la sera prima io ho osato: da due giorni)

800 gr di farina a piacere (io ho utilizzato 650 di farina O e 150 gr di farina integrale)

300 gr di acqua tiepida

3 cucchiaini di sale

un bel po’ di miele per aiutare le lievitazione e garantire la morbidezza

Procedimento:

Lavorate l’acqua con il lievito. Aggiungete 1/2 della quantità della farina e poi lavorate il tutto lentamente. Aggiungete il miele e amalgamate bene. Infine il sale. Penso che sarebbe stata perfetta una manciata di semi di lino.

Lavorate aggiungendo gradualmente l’altra metà della farina. Lavorate per circa 10 minuti. Formate la palla,incidetela a croce e lasciatela lievitare per un paio di ore. Dopo formate le pagnotte o le trecce  e mettetele a lievitare per 4 ore (oltre l’impasto inacidirebbe). Riscaldate il forno e infornate per i primi 10 minuti a 200°  e per i restanti 45/50 minuti a 180°.

panepastamadresenzarinfrsco2giorni (2)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...