Pizza alta o pizza bassa?

…E voi come la preferite? Alta, morbida come una  focaccia oppure sottile?  Io bassa, in linea con la tradizionale pizza romana. Qui la pizza è un disco di pasta sottile sottile e morbido con i bordi un po’ più scrocchiarelli.

Quando andiamo in pizzeria speriamo sempre che queste caratteristiche siano rispecchiate. Sostanzialmente rimane più leggera e quindi più digeribile. I gusti che ci piacciono di più sono Margherita, Funghi, Quattro formaggi, Alici con fiori di zucca e Vegetariana. Ieri sera tornando a casa i miei genitori si sono fermati in pizzeria e hanno preso un po’ di pizza da portare via. Dov’ero io? A casa a rinfrescare la pasta madre per fare la pizza questa sera!  Con l’impasto ottenuto vengono fuori due belle pizze; una l’ ho lasciata un po’ più alta, mentre l’altra l’ho fatta più bassa e sottile, così da accontentare tutti!

Queste due pizze sono state molto apprezzate a casa e quindi devo ringraziare il sito da cui l’ho presa (questo blog che tra l’altro ha tantissime altre ricette molto interessanti) in cui dice che era la prima volta ed era ancora in fase di sperimentazione. Io l’ho provata e devo dire: «Prova superata!».

pizza sugo peperoni (6)

Questa è la prima variante, quella alta, è perfetta nel cartone della pizza di ieri sera, mi dispiace però non sarà molto lungo il suo viaggio, non uscirà dalle mura domestiche!

pizza sugo peperoni (8)

Vi ricordate il piatto “Amo la pizza” in questa occasione, be’, non è l’unico: l’ho in varie lingue e oggi mi sento da … “I love pizza”.
Ingredienti: (per due pizze rotonde)
250 grammi di pasta madre rinfrescata la sera prima e tenuta a temperatura ambiente coperta da un panno umido
300 grammi di acqua
500 grammi di farina, di cui 400 farina 0 e 100 farina di semola di grano duro
1 cucchiaino di malto d’orzo (zucchero di canna o miele)
2 cucchiai di olio
2 cucchiaini di sale
~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~
Procedimento:
Impastare pasta madre, acqua, miele, farina e sale fino a raggiungere la giusta consistenza, aggiungendo man mano l’olio.
Coprire l’impasto e lasciare lievitare fino al raddoppio (generalmente 3-4 ore, coperto da pellicola)
Trascorso il tempo necessario, riprendere l’impasto, dare le pieghe e rimettere a riposare per 1-2 ore coperto da pellicola.
Riprendere l’impasto e dividerlo in due panetti e coprire a campana ( con sopra una ciotola rovesciata).
Dopo un’ora circa stendere le pizze (con le mani, il più delicatamente possibile) in due teglie unte con olio avendo cura di non rovinare le bolle che si saranno formate durante la lievitazione.
Lasciar lievitare per un’altra ora, a seconda della temperatura ambiente, coperta da pellicola o da un panno.
Condire la pizza a piacere; questa sera ho usato un po’ di pomodoro, basilico e sale e l’ho infornata nella parte bassa del forno per circa 10 minuti ( quando inizia a dorare il fondo).
Togliere la teglia dal forno, aggiungere olio e mozzarella e infornare nella parte alta del forno fino a che la mozzarella non sarà ben sciolta.

pizza sugo peperoni (17)

E questi bei tranci fanno parte della seconda pizza, quella bassa con quella crosta sfiziosa e in generale più buona!

pizza sugo peperoni (16)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...