E se di accendere il forno non ho voglia…

on

…Non è assolutamente un problema: c’è sempre il famigerato olio di semi che aspetta solo di essere versato nella padella per friccicare come solo lui sa fare!

Non importa se è estate o inverno avevo voglia dei Panzerotti: e Panzerotti sono stati!

Per fortuna che mio padre mi ha ammonito subito dicendomi: «Fammi il piacere di cucinare cose che non necessitano del forno!» sennò io stavo già infornando la prima teglia di Panzerotti!

Così ho dovuto fare retro-front e preparare l’olio per friggerli.

Quindi se oggi ho mangiato pesante e vi farò venire voglia di fritto prendetevela con mio papà!

Però, sapete una cosa? Mi è piaciuto!

Vederli dorare pian piano, sentire quel magico profumo che solo il fritto sa spargere per la cucina, lasciarli  scolare sulla carta assorbente e infine toccarli e gustarli.

Se ci penso, forse in forno non sarebbero mai venuti così soffici e sfiziosi.

Io vi avverto: uno tira l’altro, quindi decidete di cucinarli soltanto a patto di invitare un po’ di amici, lo dico per il vostro bene credetemi!

Che dire della ricetta?

La ricetta l’ho presa da qui.

Naturalmente ho usato Gaspare, …e niente: vi consiglio veramente di provarla perchè l’impasto lievita che è una meraviglia, facile da maneggiare, il procedimento è facilissimo e il risultato è garantito!

Con queste dosi ho preparato 15 Panzerotti.

calzonifritti (3)

Ingredienti:
500 g. di farina mista
150 g. pasta madre rinfrescata
330-340 g. acqua
1 cucchiaino di miele
10-15 g. di sale

Procedimento:
Mettete il lievito in una ciotola e scioglietelo, senza lasciare grumi e cercate di creare una specie di schiumetta, utilizzando tutta l’acqua.
Versate il miele e le farine setacciate e mescolate; unite per ultimo il sale.
Impastate per due minuti circa, molto velocemente, coprite con una pellicola e riponete in frigo per 9-10 ore.
Trascorso questo tempo, riprendete la ciotola e lasciatela a temperatura ambiente per 2 ore.
Ora, fate le pieghe a libro in questo modo: adagiate l’impasto sulla spianatoia infarinata, schiacciate leggermente formando un rettangolo; piegate un lato verso il centro e poi anche l’altro. Girate la pasta di 90° e ripetete l’operazione, fino a che le pieghe vi porteranno a formare una pagnotta.
Cominciate quindi a staccare dei pezzi da questa pagnotta grandi un po’ più di un’albicocca e formate delle palline, che metterete a lievitare per 6-8 ore al caldo.
Quando la lievitazione è completa, farcite i vostri panzerotti come preferite ( io ne ho fatti alcuni per i miei genitori con prosciutto e mozzarella e i miei con pomodorini, basilico e Philadelphia) chiudeteli bene, aiutandovi sul bordo con una forchetta e friggeteli in abbondante olio di semi, fino a doratura.
Scolate i panzerotti su carta assorbente e serviteli.

P.S Volete sapere l’ultimo come l’ho farcito? Momento di suspence…
…provate a pensare a una cosa che penso piaccia a tutti (anche a chi come me ne è un po’ allergico).
…Con la cioccolata!
Ebbene sì; nell’ultimo (di cui non ho foto perché appena era pronto non sono riuscita a resistere) ho avvolto due quadretti di cioccolata extra fondente.
Sapete cosa vuol dire questo? Che ci sarà sicuramente un bis!

calzonifritti (1)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...