Una puntata tra Veneto e Friuli

In mia discolpa posso dire che non potevo mettere un cartello come quello “Lavori in corso” ma certo avete ragione anche voi, forse avrei potuto scrivere un post con il titolo “Il blog è in vacanza” però, dài, eccomi qui, vi faccio le mie scuse!

Diciamo la verità non mi sto trattando male per niente, anzi la mia estate è  un susseguirsi di vacanze mi sento come le donne in carriera o come le hostess che tornano la sera e la mattina dopo devono ripartire.

Per farvi capire in che situazione mi trovo vi dico solo che sono appena tornata dal Friuli Venezia Giulia (di cui ora vi parlerò) e tra poco dovrò fare un change di valigia ossia svuotare e rifare la valigia perchè domani mattina devo ripartire!

Ora vi dico tutto con calma tranquilli.

Esattamente il 3 agosto sono partita con una mia amica e i genitori per Confine Settimo, paese che appartiene al comune di  Sesto al Reghena, in provincia di  Pordenone, nella regione Friuli-Venezia Giulia.

Una paese popolatissimo… vi sto parlando di circa una quarantina di abitanti!

Adoro questi posti un po’ sperduti, dove è la natura ancora a regnare. Il verde è il farmaco più grande contro lo stress e l’invecchiamento, ve lo assicuro.

Vi ho pensato molto e così mi sono appuntata tutti i posti che ho visitato.

C’è anche una sorpresa, da blog di cucina che si rispetti, mi sono fatta scarrozzare in giro per sagre …e poi dite che non vi penso!

Forse dovrei scrivere come titolo “Il blog me lo porto in vacanza” perché, anche se non riesco a scrivere giornalmente, siete sempre nei miei pensieri!

Lunedì siamo andati al Castello di Miramare, a Trieste. Già il panorama che scorgevo in macchina mi riempiva gli occhi di emozione per quanto era bello.

IMG_8927

Martedì è stato un giorno molto intenso: la mattina abbiamo visitato, una delle città che mi è piaciuta di più, Verona, e il pomeriggio subito dopo pranzo ci siamo inoltrati al Parco della Sigurtà.

Non vorrei dire un’eresia, ma Verona lo trovata come una  piccola Roma, con l’anfiteatro di tutto rispetto (dalla vivace stagione lirica), molto interessante. Una città viva, elegante.

Le giornate trascorrevano però senza quell’impressione di non essere vissute: tutto il contrario! Mi sono gustata ogni attimo e ogni posto che ho visto, cercando di catturare il più possibile.

Sabato sera Federica e io ci siamo concesse un po’ di sano divertimento a Caorle, famosa località balneare come Bibione, ma più caratteristica con le sue casette ognuna di un colore diverso e i vari negozietti che fanno capolino tra un vicolo e l’altro.

Abbiamo aspettato il tramonto per poi andare a ballare tra la miriade di villeggianti vogliosi di musica anni ’80 all’evento 80 voglia.

Per di più con un mare così non potevamo resistere al canto delle sirene e così ci siamo tuffate nell’acqua tiepida …una serata meravigliosa e diversa dal solito!

E Domenica, il giorno prima che partissi, mi sono riservata la giornata per visitare Venezia.

Una di quelle città piene di fascino, non era la prima volta che ci andavo, però è diverso l’effetto che mi fa ogni volta che la visito.

Mi piace il fatto che gira e rigira ti trovi sempre lì, guidata dalle mille indicazioni, a san Marco, in quella piazza piena di volti che guardano all’insù seguendo le linee della Basilica e del Campanile.

Poi, che dire?, Venezia è famosa per le gondole che popolano i vari canali, per tutti quegli scorci che mi trattengono il fiato e mi fanno esclamare ” Ooh, che bello!”.

IMG_9174

Verso le quattro del pomeriggio, dopo aver preso un bel gelato ricostituente ci siamo incamminate verso la stazione.

Tornate a casa eravamo stanche, ma sapevamo che la giornata non era ancora finita: infatti verso le otto ci siamo preparate per la sagra del Frico di Carpacco.

Non potevo lasciare il Friuli in modo migliore, una vera goduria per il palato, sapori e piatti nuovi che aspettavano solamente di essere assaggiati!

Insomma è stata una bella vacanza, con tutte le giornate organizzate al massimo in cui non ci siamo fatte mancare nulla, certo una capatina a Gardaland ci stava, chissà forse l’estate prossima…

Non perdetevi il resoconto delle sagre in cui sono stata, qui i link: Sagra del Frico di Carpacco e Sagra della Rassa di Basedo.

Annunci

3 Comments Add yours

  1. Terry ha detto:

    Se ripassi per Venezia fai un fischio… É la mia cittá! 🙂
    Terry

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Terry che bello sentirti! Sicuramente quando verro` ti faro`un fischio (sai che le tue torte non hanno scampo vero?!!)

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...