Singapore: Noodles a merenda

Sono a Singapore e questo l’abbiamo appurato.

Come primo giorno direi che è andato piuttosto bene, forse le mie gambe non pensano lo stesso. Loro ritengono che camminare tutto il giorno con le infradito da mare non sia la cosa migliore.

Allora io gli ho detto che potrei arrivare al punto di comprarmi le famose Crocs, quelle scarpe di gomma, che a mio avviso trovo molto antiestetiche che qui invece spopolano. E loro hanno fatto retrofront, niente capricci meglio tenersi la stanchezza, che è pure soddisfacente!  Parliamo di cose serie… il cibo è… tantissimo! Non è che Willi  Wonka abbia deciso di lasciare la sua fabbrica di cioccolato per passare alla cucina orientale?!  Però ve lo devo dire è solo il primo giorno e il mio stomaco già incomincia a fare capricci.  Eppure non mi sembra di aver mangiato coseì tanto strane… Si vede che non sono per niente abituata alla cucina orientale o semplicemente non avrei dovuto incominciare la giornata con un brunch multietnico! Adoro i ristoranti-buffet dove puoi servirti da solo, girovagare per il locale, vedere quello che si prendono gli altri, trovare ispirazione e assaggiare in piena libertà così oggi ho avuto un primo approccio con la cucina locale. Ho provato vari piatti (tra cui il fedelissimo riso alla cantonese che è tutta un altra cosa da quello che fanno in Italia).

Nel pomeriggio ci siamo spostate verso “Litte India” scordandoci così di essere a Singapore. Mi sentivo un po’ spaesata, in un istante dalla quiete mi sono ritrovata in un marciapiede stretto per la quantità di persone e negozietti accalcati l’uno vicino all’altro. Tantissimi mini market, chioschi con specialità indiane e musica alla bollywood. Assetate, ci siamo fermate per una pausa rigenerante a base di cocco (prima bevuto, e poi mangiato).

IMG_9365

Tornando verso l’hotel ci siamo addentrate in uno dei vastissimi centri commerciali e, tanto per non farmi mancare nulla, tra le varie pietanze succulente, questi ravioli mi ispiravano molto e così eccomi qui mentre ne addendo uno!IMG_9344IMG_9342

Ce ne erano di varie forme e vari ripieni. Li consiglio a chi ha uno stomaco forte, o forse è il mio che non funziona bene, ma a me è rimasto leggermente pesante. …”Burp”!

Domani abbiamo in programma di visitare il quartiere ChinaTown, so già, grazie anche alla dettagliata descrizione di chi ci è già stata (vedi qui), che si presenterà molto più interessante.

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Wow! Vedo che non ti stai facendo mancare nulla!se lo stomaco regge prova il dosa cone a little India…ho l’acquolina alla bocca al solo pensiero!
    Divertiti a china town domani, non spaventarti, vai al mercato e poi fermati, se ti piace il genere, in uno dei negozietti che vendono solo chopstick di ogni genere… Io li ho regalati a parenti ed amici…e mi son tenuta x me quelli di Stitch 😉

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Grazie davvero interessanti i tuoi consigli!! i chopstick pmi attirano molto…penso che ne farò strage oggi!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...