Un po’ di verde in cucina: fiori di zucca per il WHB#400

Anche se l’estate non sta ancora finendo e le giornate sono belle,  il tempo è rinfrescato un po’ e così i miei peluche (che tra l’altro hanno voglia di conoscervi) stanno piano piano ripopolando il mio letto (in estate li tolgo sicuramente mi verrebbe la rosolia!). Sto anche facendo un pensierino se sostituire il lenzuolino con qualcosa di più pesante. Noto come sta cambiando la stagione anche perché, essendo una grande amante degli alberi (se sono da frutta ancora meglio), mi piace osservare la natura e così, quando cammino per le strade o semplicemente tra i banchi del mercato, è impossibile non fare caso come alcuni frutti del campo giungono a termine per lasciare spazio ad altri. Ci sogneremmo di trovare albicocche o meloni belli come qualche mesetto fa, però in compenso possiamo trovare, per esempio, uva e fichi (li adoro!).

Spulciando tra i vari blog che seguo mi sono soffermata a leggere di un’iniziativa molto ma molto interessante sul blog di Terry.  Si tratta del WHB. Non vi dicono niente queste iniziali? Non ditemi che non la conoscete! Oggi mi sento particolarmente buona e altruista quindi vi spiegherò tutto (su su, vi confesso che neanche io sapevo minimamente cosa fosse!).

Il WHB o Weekend Herb Blogging è – come spiega qui Terry – una raccolta settimanale di ricette e/o note informative che hanno come protagonisti erbe, ortaggi, frutta, fiori, semi, cereali o piante varie.

Quello che mi ha rassicurato e confortato è che per partecipare non vi è nessun obbligo settimanale o vincolo di continuità: si possono saltare delle settimane e, quando si ha tempo, si possono aggiungere ricette alla raccolta.

L’idea nacque in America nel 2005 da un’idea di Kalyn (qui il suo blog) la quale voleva participare a Sweetnicks un evento settimanale dove si postano foto dei propri cani e gatti, ma visto che lei non ne possedeva,  ha pensato di postare le foto delle sue piante dando così origine a un evento che si è diffuso rapidamente nel mondo dei foodblog di lingua inglese.

Se non si era ancora capito, partecipo al Weekend Herb Blogging con una ricetta a base di zucchine e fiori di zucca.

lad8

Le Proprietà del Fiore di Zucca:

Il fiore di zucca cresce sia dalle piante delle zucchine, che da quelle delle zucche, e si presenta come un bellissimo fiore dalla base verde e dai petali allungati e di colore arancione.

Quando si acquista è bene controllare che abbia un colore vivo, che sia aperto e i petali non siano arricciati. Petali e gambi devono essere integri e sodi.

Costituiti per il 94,3% di acqua hanno un bassissimo apporto calorico, ma è ricco di vitamine, soprattutto  A e C e carotenoidi, che apportano una consistente azione antitumorale.

La vitamina A è essenziale per regolare il funzionamento della vista, per la crescita delle ossa e nel mantenere sana la pelle. E’ anche molto utile nel trattamento dell’acne, dei foruncoli e delle ulcere cutanee.

Inoltre, nell’antichità, al fiore di zucca venivano riconosciute proprietà medicamentose per favorire il sonno e rilassare la mente, ed era particolarmente indicato per chi si sentiva spossato.

Da ultimo, come generalmente tutti i vegetali di colore giallo-arancione, questo ingrediente è molto ricco di vitamina B2, elemento benefico per la nostra pelle giacché favorisce l’abbronzatura e ne combatte l’invecchiamento.

Per non farci mancare nulla, grazie al contenuto di fibre e potassio, quest’ortaggio depura sangue, reni e intestino.

I fiori maschili possono essere mantenuti freschi fino ad un massimo di un paio di giorni immergendone il gambo nell’acqua.

I fiori femminili invece vanno messi in frigorifero.

Si consiglia di staccarli dall’ortaggio solo nel momento di cucinarli. In alternativa possono essere puliti (non lavati) e conservati anche per 4/5 giorni avvolti nella carta e riposti nella parte meno fredda del frigorifero.

Ed ecco i valori nutrizionali dei fiori di zucca:

Valori espressi per 100 g di prodotto
Calorie 12.00  
  % valori giornalieri*
Grassi Totali 0.40 g 1 %
Sodio mg 0 %
Potassio mg 0 %
Carboidrati 0.50 g 0 %
Fibra alimentare 0.00 g 0 %
Proteine 1.70 g 3 %
Vitamina A 50 %
Vitamina C 47 %
Calcio 5 %
Ferro 11 %
* La percentuale di valore giornaliero è calcolata su una dieta di 2000 calorie, quindi i tuoi valori possono variare in base al tuo fabbisogno calorico. I valori possono non essere accurati al 100% perché le ricette non sono state controllate da professionisti della nutrizione o da enti certificatori, tutti i nostri valori sono basati sulle tabelle ufficiali dell’INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione).

Proprio per i suoi colori accesi mette molta allegria già solo a guardarlo, apre la strada a tutti i prodotti dell’estate e si presta ad essere cucinato in vari modi: al forno, al vapore, fritto o semplicemente in padella.

E ora parliamo della zucchina.

Originaria del Centro America, la zucchina è stata importata in Europa e coltivata in tutti i Paesi dal clima caldo e temperato. Ormai si trova tutto l’anno.

La zucchina contiene calcio, ferro, fosforo, vitamine C ed E, fibre, un’alta percentuale di acqua (90%), poco sodio e molto potassio, che la rende altamente diuretica. Pensate che due etti di zucchine coprono il fabbisogno giornaliero dell’acido folico, fondamentale antiossidante per il funzionamento del sistema nervoso e del midollo osseo, e per la formazione di globuli rossi.

E’ l’ora dell’acquisto.

Le zucchine devono essere sode al tatto, con la  buccia lucida e con una leggera peluria. Sono preferibili quelle piccole, che non contengono semi. Meglio scegliere quelle scure (hanno più clorofilla) e con il fiore attaccato: se i petali sono ancora turgidi significa che sono fresche. 

Ecco la mia ricetta per il WHB#400.

La ricetta che vi presento oggi è molto colorata, perfetta per queste giornate ancora calde e assolate, leggera sana e molto gustosa!

Ingredienti:
10 fiori di zucchina
2 zucchine
200 gr di Bulgur
pepe, sale e olio evo q.b.
uno scalogno
qualche cucchiaiata di parmigiano grattugiato

Procedimento:
Lavate i fiori di zucca accuratamente in acqua corrente e asciugateli con un panno.
Tritate la cipolla e fatela imbiondire con un cucchiaio di olio evo. Aggiungete le zucchine anch’esse tritate grossolanamente e fate insaporire.
Dopo un paio di minuti aggiungete il bulgur e fate insaporire.
Per cuocere alla perfezione il bulgur aggiungere acqua calda in quantità doppia rispetto al peso del bulgur e continuate la cottura a fuoco dolce.
Dopo che il bulgur avrà assorbito tutta l’acqua (circa 10 minuti) spegnete  e aggiustate di sale, pepe e se volete potete arricchire i sapori con qualche erba aromatica o spezia.
Spegnete il fornello, coprite con il coperchio e lasciate riposare per circa dieci minuti affinché si amalgamino i sapori tra loro.
Una volta intiepidito con l’aiuto di un cucchiaino riempite i fiori di zucca e richiudeteli a caramella.
Sistemate i fagottini su una teglia ricoperta da carta da forno, irrorateli con un filo d’olio, cospargeteli con un po’ di parmigiano e infornateli a 180° per 10 minuti.

boulgurzucchine (7)

 

whb400-1

http://crumpetsandco.wordpress.com/2013/09/02/whb400-e-quii-whb400-its-here/

  1. Postare una ricetta con l’ingrediente principale che sia un’erba, una pianta, un frutto o una verdura (freschi o secchi): fatto!
  2. Si può anche aggiungere una descrizione delle virtù o degli usi che se ne fanno in medicina o in cucina: fatto!
  3. La ricetta non deve partecipare a nessun’altra raccolta, contest o iniziativa: ok!
  4. Inseritevi il logo e link del WHB#400: fatto!
  5. Aggiungete il nome e il link del blogger ospitante (Terry): http://crumpetsandco.wordpress.com/ : fatto!
  6. Il nome e il link dell’organizzatrice italiana ovvero Brii: fatto!
  7. Il nome della fondatrice Kalyn: fatto!
  8. E il nome dell’attuale organizzatrice Haalo (qui il suo blog): fatto!
Annunci

9 Comments Add yours

  1. emptyin ha detto:

    E i fiori di zucca pastellati e fritti con ripieno fatto di mozzarella e alici o con mozzarella e prosciutto cotto!!!! gnaaaaaam!!!! bye!

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Una cosa leggera insomma!! Però mi hai fato venire una leggera fantasia di provarla la prossima volta! A presto.

      Mi piace

      1. emptyin ha detto:

        Non l’hai mai assaggiati? 😮 provali che sono una bonta’ unica!!!;-) bye!

        Mi piace

      2. Astrid ha detto:

        Penso che li proverò pastellati con mozzarella e alici o con la ricotta!

        Mi piace

  2. Valentina ha detto:

    Ciao Astrid 🙂 Che foto splendide, adoro i fiori di zucca così come adoro settembre… mese splendido 🙂 Questa ricetta è davvero interessante, da provare al più presto! Segno tutto 😉 Complimenti e un abbraccio forte forte, buonanotte :**

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Grazie Valentina questa ricetta oltre ad essere davvero buona e salutare è stata anche molto divertente da preparare! Per non parlare dei colori adoro portare in tavola piatti dall’apparenza semplici! Segna segna che poi controllo mi raccomando ^_^

      Mi piace

  3. Terry ha detto:

    Tesoro… Post eccellente direi!
    Ricetta, presentazione e info dettagliatissime sui fiori e zucchine! …grazie per questo meraviglioso contributo al WHB… Questi fiori cosí ripieni voglio provarli… Bella l’idea del bulgur!
    Bacioni

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Ohhh menomale! Si, tra l’altro io adoro i fiori di zucca e le zucchine (se non si era capito!) e fortunatamente ho degli amici in campagna che li coltivano e mi hanno aiutata molto per quanto riguarda le informazioni!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...