Specialità friulana: il Frico

La prima settimana di Agosto ho passato giornate piene di divertimento in Veneto ospitata dalla mia amica Federica e dai suoi genitori Attilio e Luisa.

Siamo stati proprio bene e mi hanno fatto conoscere, attraverso sagre e perlustrazioni tra i banchi del mercato, piatti e prodotti tipici. Come scordarsi delle scorpacciate di formaggio Latteria, del Montasio!

Io per il formaggio ho una vera e propria dipendenza e durante la mia permanenza in Veneto ho scoperto una specialità friulana a base di formaggio: il Frico.

IMG_1176m

Un piatto che viene dalla fame di un tempo, lo si capisce, nato per sfamare bocche affamate come quelle dei boscaioli.

Ma ora, come quasi tutti i piatti pesanti è diventata una specialità che viene principalmente preparata durante le festività. Tradizionalmente veniva cotto sul fogolar, altro simbolo delle case friulane.

Letteralmente la parola Frico significa formaggio nel padellino ma come fa il povero formaggio a diventare così come…? Così come una frittata, vi state chiedendo?

Dopo aver chiarito che l’ingrediente cardine è il formaggio (di norma il Montasio o il Latteria), l’altro ingrediente indispensabile per ottenere un Frico croccante fuori e filante dentro, gonfio sono le patate.

Di origine Carnica, nel nord della regione, viene arricchito con cipolla, speck, salsiccia, mele, pere, zucca, porro ed erbe aromatiche.

Di fatto, in origine, il Frico ero solo croccante, sottile e fatto di puro formaggio fresco. In realtà era fatto coi ritagli di formaggio delle latterie.

Da che mondo è mondo non vi porteranno mai un Frico senza che sia accompagnato dall’onnipresente polenta bianca.

Qualche giorno fa sono andata a casa di Federica e i genitori mi hanno fatto una sorpresa bellissima: mi hanno regalato un mix di formaggi per il Frico così in pochi minuti mi sono ritrovata a Carpacco alla sagra del Frico.

Ingredienti per il Frico Tenero:
350 gr di formaggi (con diversa stagionatura)
600 gr di patate
una cipolla

Procedimento:
Lessate le patate e riducetele in purea.
Soffrigete la cipolla e aggiungete il formaggio e le patate. Mescolate fino a che il formaggio non è completamente sciolto e amalgamato.
Dovrete ottenere una specie di crema di formaggio e patate.
Continuate la cottura, a fuoco lento, finché non otterrete una frittata dorata da ambo i lati.
Ora prendete una padella antiaderente di diametro circa 20 cm e col bordo leggermente alto, scaldatela e trasferite l’impasto di patate e formaggio.
Servite caldo e con la polenta.

IMG_1155

Annunci

4 Comments Add yours

  1. Valentina ha detto:

    Ciao Astrid 🙂 Non conoscevo questo piatto, deve essere buonissimo! 😀 Devo assolutamente provare, complimenti e grazie per avermi fatto conoscere una cosa nuova 🙂 Bacio grande! :**

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Sono felice di aver portato un nuovo piatto in tavola! Io l’ho conosciuto quest’estate alla sagra e ne sono rimasta folgorata! L’anno prossimo replico! A presto ^_^

      Mi piace

  2. bonbonlavande ha detto:

    io adoro il frico! Quest’estate sono stata in vacanza in Friuli e..ho fatto scorta 😉 Complimenti per il tuo blog!

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Ciao Caterina sono felicissima di averti qui sul blog! Eheh anche io adoro il frico! Riservo un amore sconfinato per tutti i formaggi! A presto ^_^

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...