Coccole e mele

Sì: le coccole e le mele sono strettamente collegate.

Il primo frutto che ho mangiato è stato proprio la mela, quella rossa però, quella di Biancaneve.

A sbucciarmela c’era sempre lui – papà – che per più di dieci anni, almeno due volte al giorno, sapeva che gli avrei fatto quella domanda: “Papà, mi sbucci la mela?”. Era come un rito, un momento particolare per stare vicini.

Ora le mele me le sbuccio da sola, ma restano comunque legate, indissolubilmente, alle coccole.

Così, quando mi è arrivata la splendida notizia da parte di Sabrina e Laura di iononmangiosimmenthal di preparare la mia torta di mele e di condividerne i ricordi, volevo rendere partecipe di questo momento la mia mamma e sapere cosa ne pensasse.  Senza colpo ferire, mi ha subito risposto che alla parola “mele” la sua memoria va indietro nel tempo e al sapore delle domeniche in famiglia.

torta mele mandorle pinoli uvetta noci (7)

L’ho vista chiudere gli occhi, ho visto un sorriso dolce prendere forma sulle sue labbra, l’ho vista inclinare la testa e abbandonarsi al ricordo di suo papà e agli sguardi complici della domenica mattina. E fu così che incominciò a raccontare…

La domenica era giorno di festa, era l’occasione per indossare quel vestito ricamato e tenuto con tanta cura. Quel giorno della settimana atemporale in cui dalla mattina si sentiva che era giorno di festa. Dopo la messa, dopo aver salutati tutti gli amichetti e la catechista mi affrettavo a raggiungere i tuoi nonni ancora in chiesa. Non aspettavo altro quel momento, mamma sapeva che doveva avviarsi a casa per avvantaggiarsi con i preparativi del pranzo e che l’avremmo poi raggiunta. Mio papà mi guarda, mi stringe forte la mano, si abbassa e mi sussurra «Pronta per il nostro posticino?». Ed eccolo quel sorriso che coinvolge e ci lega entrambi, quel sorriso complice e genuino.

Arriviamo così nella piccola pasticceria a conduzione familiare. Il bancone era alto, dietro erano esposte le varie torte e ciambelle, dolci piuttosto semplici e come fatti a casa, ma i miei occhi cadevano sempre e solo su due delizie in cui Franco, il pasticciere, era imbattibile; lo strudel e la classica torta di mele, dolci che d’altra parte rientravano entrambi nella tradizione germanica di casa. «Certo, che ti si legge l’indecisione negli occhi!» mi diceva la signora allungandomi un assaggino di entrambi i dolci. Non soltanto l’indecisione restava, ma aumentavano l’acquolina nella mia bocca e la luce nei miei occhi.

In quel momento il pensiero era solo uno: “Strudel o tortine di mele?”. Ma tutto sommato era un dilemma stupido pensarci perché, alla fine, uscivamo con due pacchetti, con quei sorrisi soddisfatti e sempre mano nella mano.

Quindi cos’è per me un dolce con le mele? È rivivere quei momenti, l’attesa di scartare i pacchetti con la carta bianca decorata con piccolissime stelline dorate e legati da un nastrino, gustare finalmente i dolci. È come riavere vicino i miei genitori.

torta mele mandorle pinoli uvetta noci (3)

Ecco, sono nate così le mini torte di oggi. Dall’unione dello strudel con la classica torta di mele, perché davanti a quell’indecisione mia mamma non fu mai capace di scegliere e così questa domenica voglio veder il suo sorriso mentre mangia una fetta di questa torta.

Che sia mini, che sia plum o che sia cake, il profumo che si è sprigionato è stato quello. Sì, proprio quello, avvolgente e  inconfondibile.

torta mele mandorle pinoli uvetta noci (5)

 Ingredienti:

160 g. di latte
3 cucchiai di yogurt
2 cucchiaini di cannella in polvere
300 g. di farina 00
80 g. di zucchero di cannauna bustina di lievito
olio extravergine di oliva
2 cucchiai di uva passa
2 cucchiai di pinoli
30 g. di mandorle
10 gr di noci
2 mele verdi
un pizzico di sale
2 uova

Procedimento:

Nel mixer frullate le mandorle e le noci. Mettete ad ammollo l’uva passa. Pelate e tagliate a spicchi le mele.
Setacciate la farina con il lievito, unite lo zucchero, un pizzico di sale e mescolate.
Aggiungete il latte, le uova, lo yogurt, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e con una frusta amalgamate bene.
Unite l’uva passa sgocciolata ed asciugata, i pinoli, la cannella in polvere e con un cucchiaio di legno amalgamate.
Imburrate e infarinate gli stampini e riempiteli per tre quarti.
Infornate in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti.
Una volta sfornati fateli raffreddare su una gratella.

Ringrazio così Sabrina e Laura per avermi dato l’occasione di richiamare alla mente certi ricordi e di poterli condividere con tutti voi.

E un grazie va naturalmente a Pinalapeppina per aver dato vita al contest Coccole di Mela.

 apple_header

Advertisements

21 Comments Add yours

  1. Ilaria ha detto:

    Ciao Astrid buonissima questa torta, adoro le mele alla follia preparerei dall’antipasto al dolce usandole! 🙂 Baci!

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Già dalle torte alle insalate, c’è sempre spazio per le mele!

      Mi piace

  2. Grazie a te per aver condiviso questi bellissimi ricordi di famiglia! E’ stato molto bello leggerli, soprattutto per me che dalla famiglia vivo lontana…

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Sì hai ragione, è stato bello entrare nel ricordo di mia mamma, conoscere una parte di lei che non sapevo, dei miei nonni che non ho mai conosciuto.
      A presto Ale ^_^

      Mi piace

  3. Bellissimi questi ricordi, grazie per averli condivisi! 🙂

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Si mi ha fatto davvero molto piacere. è sempre bello condividere ricordi, è un modo per conoscerci meglio!

      Mi piace

  4. Daisy Fairydust ha detto:

    Astrid sei grande! Racconto bellissimo, quasi commovente! e una ricetta perfetta. Immagino sia molto profumata e sei bravissima a fotografare. Bellissimo tutto! Bravissima piccola ❤ bacioniiii e buona domenica! :-*****

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Daisy che bello vederti qui! Quanto sei dolce, mi riempi sempre di parole bellissime. Grazie ^_^.
      Si era molto profumata…dico era perchè ne sono rimaste poche fette ormai! A prestissimo!

      Mi piace

  5. marialarese ha detto:

    Papa mi sbucci la mela? Fantastica!:)

    Mi piace

  6. Valentina ha detto:

    Ciao Astrid 🙂 Per me sono strettamente collegati coccole e torte con le mele! Ne vado matta ^_^ Il tuo racconto è bellissimo ed io ti ringrazio per aver condiviso con noi questi ricordi ❤ Dolce invitante e da provare assolutamente, deve essere di un buono pazzesco! Complimenti, un bacione e buona serata :**

    Mi piace

  7. lmarq (@lmarq) ha detto:

    Ora mi spiego perché mi hai quasi sottoposto a un interrogatorio sulle mele l’altro giorno! 😉
    Ma che bella sorpresa stamattina e che …”dolce” tuffo nel passato!
    Queste tortine di mele hanno davvero un sapore speciale e già pregusto le prossime!

    Mi piace

  8. pepe ha detto:

    Bellissimo. Molto dolce il tuo ricordo e deliziosa la torta.
    Grazie davvero

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Grazie sono felice che ti sia piaciuto!

      Mi piace

      1. pepe ha detto:

        Assolutamente Quack! Yeah . La ricetta molto sfiziosa. Comunque le sorprese per chi partecipa al contest non sono finite, perchè mi piace rompervi le scatole! ahahaha

        Mi piace

  9. pepe ha detto:

    Dimenticav! (Ma strano, io che sono sempre così precisa…!!o_O)

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Menomale che ci sono persone estrose come te! Mi piace essere stata coinvolta =) Alla prossima!

      Mi piace

  10. cookinlove83 ha detto:

    Ciao Astrid! Anche io sono una grande fan delle torte alle mele! Voglio provare anche la tua ricetta! 🙂
    Buon inizio settimana!

    Mi piace

  11. Astrid ha detto:

    Mi fa davvero molto, molto piacere che questa ricetta ha stuzzicato l’attenzione di molte persone che stimo molto, con blog altrettanto interessanti! Sono curiosa del risultato, a presto!

    Mi piace

  12. Astrid ha detto:

    Terry eccoti che bello averti qui! Sono davvero colpita di aver suscitato tante emozioni e ricordi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...