Cucina Giudaico-Romanesca: la Pizza Ebraica

Sì, è vero sono di Roma, ma non ci girerò tanto intorno e vi dirò invece come stanno le cose: io questa pizza dolce ebraica non l’avevo mai mangiata e, se proprio vogliamo dirla tutta, non sapevo nemmeno della sua esistenza !

Ed è anche per questo che il corso di Eataly sulla cucina giudaico-romanesca è stato così interessante, perché sono venuta a conoscenza di piatti che o non conoscevo o ne avevo giusto sentito parlare.

Così oggi ho tentato una riproduzione di questa pizza ebraica, dico ho tentato perché è il minimo che potessi fare, dato che la ricetta sembra facile, ma è tutta apparenza ve lo assicuro: ottenere la consistenza giusta stando attenti a non eccedere sia con il vino che con i tempi di cottura è molto più complicato di quel che sembra!

I miei genitori mi hanno garantito che l’esperimento è avvenuto con successo: il sapore ricalca pari pari quello che hanno assaggiato al  rinomato Forno Boccione, a Portico d’ Ottavia a Roma (tra l’altro ora è il caso che ci faccio un salto anch’io!), peccato però per la consistenza: mi hanno buggerato quei 5 minuti di cottura in più.

Ingredienti:

80 g di olio evo
30 g di pinoli
50 g di uvetta
60 g di canditi
300 g di farina 00
85 g di zucchero semolato
vino bianco q.b. per ottenere un impasto compatto
50 gr di mandorle trattate grossolanamente

Procedimento:

Impastate la farina con l’olio tiepido, unite gli altri ingredienti, mescolate con cura e aggiungete per ultimo il vino fino a ottenere un impasto morbido.
Trasferite l’impasto su una teglia rivestita da carta forno e date una forma rettangolare e delicatamente schiacciatelo ottenendo una striscia lunga 40 cm circa e larga 12 cm con uno spessore di 2 cm circa.
Cuocete in forno a 250° per circa 20-25 minuti.
La pizza deve scurire molto sia in superficie che sul fondo e lo deve fare in modo “veloce” in modo da non asciugare la parte centrale.

pizza ebraica

Pubblicato da Astrid

Salve a tutti gente! Qui che vi parla è Astrid una ragazza di Roma che ama l'estate, i colori, gli animali e la cucina. Il mio sogno più grande è viaggiare, sempre. Di forchetta buona anzi buonissima non dico mai di no al bis. Mi sono avvicinata al mondo della cucina negli anni del liceo e da quel momento non ne posso più fare a meno. La mia è una cucina semplice, che segue le stagioni e attenta alla provenienza dei prodotti. Una cucina vegetariana perché gli animali li vedo solo come amici a cui volere bene e portare rispetto. La mia cucina è amore, rispetto, curiosità e semplicità.

11 pensieri riguardo “Cucina Giudaico-Romanesca: la Pizza Ebraica

    1. Uhhh e allora devi provarla assolutamente! Attenta alla cottura però. La cosa bella è che puoi spaziare con la fantasia e aggiungere quello che più ti piace quindi scegliere quale frutta secca mettere, puoi provare anche con le gocce di cioccolato!

      "Mi piace"

  1. Non conoscevo questa pizza… Il corso mi sa che è stato davvero mooolto interessante! …amo la cucina che ci insegna storie e tradizioni di luoghi e persone! Meravigliosi questi tuoi post, grazie per condividere!

    "Mi piace"

    1. Già questo corso mi è piaciuto proprio per questo perché non è stato un semplice corso di “Come si prepara…” ma sono venuta a conoscenza di una parte della cucina romana che non conoscevo. E vivendo a Roma penso soa molto importante. Grazie Terry!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: