Focaccia di farro e soia con porri e asparagi

State passando allegramente la vostra domenica?

Io la sto passando ai fornelli, diciamo che mi sono un po’ dilungata. Sapete com’è quando si ha il forno acceso? Un impasto tira l’altro e così da questa mattina alle dieci sono alle prese con muffin, una torta per la colazione e la ricetta di cui vi parlerò tra poco!

Veramente ieri mi ero proposta che oggi avrei sfruttato al massimo la domenica (avevo pure stilato una lista con le varie attività):

  • pensa al pranzo e cucina qualcosa di buono
  • condividi i tuoi risultati con il web
  • pulisci la cucina
  • sistema la camera
  • rimetti a posto i libri di cucina in giro per casa
  • impara la canzone per il musical di Notre Dame de Paris
  • rimettiti in pari con i compiti
  • butta giù una mappa concettuale per la tesina
  • pulisci la lettiera dei gatti

Secondo voi quante di queste attività ho depennato finora?

…Apprezzo la vostra fiducia ma in verità mi sono fermata alla prima, con questo post depennerò la seconda e si… poi la cucina necessita assolutamente di cure!

In lista, in basso, scritto in piccolino (ecco perché non lo vedete) ho scritto anche fare patente. Già mi tocca, il 14, in teoria avrei l’esame di …teoria, ma in pratica penso proprio che lo farò spostare al 4 aprile. Ieri ho sottoposto il mio cervello a un arduo calcolo: mi rimangono 13 giorni all’esame, faccio ancora una media di 6 errori e se vogliamo essere corretti dovrei fare ogni giorno 11 quiz dato che in tutto sono 162. Ma come potete constatare da soli il detto tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare sembra essere stato coniato apposta per me!

Però c’è da dire che, se questa mattina la cucina non mi avesse inglobato in questa maniera, la focaccia che vi sto per presentare probabilmente non sarebbe stata su questi schermi.

focaccia farina farro soia porri asparagi (2)

L’impasto è semplice, ho incominciato alle 9 e all’una era già in forno per gustarla con la mia famiglia. Questa focaccia è l’ideale per le gite, per i pic-nic o un brunch all’aperto.

Ho usato la farina di farro e quella di soia per una consistenza, un sapore e un aspetto più rustici e genuini. Il risultato finale è stato spettacolare:una piacevole crosticina fuori, con un cuore morbido e fragrante. Naturalmente per il ripieno potete procedere secondo i vostri gusti. Io ho impiegato dei porri e degli asparagi precedentemente lessati.

Ingredienti:

200 gr di farina di farro
200gr di farina 0
100 gr di farina di soia
1 cubetto di lievito di birra
300 ml di acqua di cui 50 ml per sciogliere il lievito
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 cucchiaino di sale
300 g di asparagi e porri o altre verdure

Procedimento:

In un piccolo recipiente mettete 50 ml di acqua tiepida e fatevi sciogliere il lievito di birra.
In una ciotola mettete la farina, fate una fossettina al centro e versateci il lievito sciolto.
Aggiungete l’olio e mescolate con le mani. A questo punto cominciate ad aggiungere acqua ed impastate bene.
Trasferite l’impasto sul piano di lavoro e con pazienza, lavorate la pasta energicamente.
Se necessario, aggiungete un velo di farina sul tavolo e fatela assorbire dalla pasta.
Continuate così per almeno 10 o 15 minuti, lavorando con decisione, fino ad ottenere una palla morbida, compatta ed elastica.
Scaldate il forno a 200° per circa 5 minuti.
Deve essere molto caldo. Dopo 5 minuti, spengetelo e tenetelo chiuso.
Prendete la pasta lavorata, infarinatela leggermente, ponetela in una pirofila pulita e con un coltello incidete la sommità con una x.
Prendete un panno da cucina, in cotone, bagnatelo con acqua tiepida, strizzatelo bene e poggiatelo sopra la pirofila con la pasta, a mò di coperchio.
Mettete la pirofila chiusa con il panno, in forno a far lievitare.
è importante che, mentre fate lievitare la pasta, il forno sia leggermente aperto.
Io ho fatto lievitare per 4 ore. Dopo questo tempo la pasta era già il doppio.
Dividete l’impasto in due parti uguali, stendetele con il matterello cercando di ottenere delle sfoglie il più sottili possibile.
Adagiate una sfoglia sulla placca da forno precedentemente spennellata con l’olio o sopra alla carta da forno. Ora procedete con il vostro ripieno.
Mettete il secondo disco di pasta sopra il primo, pressate bene ed aggiungete un filo d’olio extravergine in superficie.
Infornate a 200° per circa 30 minuti.
focaccia farina farro soia porri asparagi (3)

Con questa ricetta partecipo al TheLittlePots’Contest 

Stampa

Annunci

14 commenti Aggiungi il tuo

  1. Che meraviglia questa ricetta, guarda che crosticina invitante!
    Ho un porro nel frigo…prossimi giorni vedo di recuperare degli asparagi 😉
    Mi sembra perfetta come schiscetta da lavoro, non vedo l’ora di provarla!
    Baci e buon proseguimento…ieri lavoravo e tempo orrendo e freddo, oggi che splende il sole son chiusa in casa a fare ordine, decontaminare, buttare roba e fare la contabilità…anche sgrunt!!!!

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Grazie Lou mi fa tanto tanto piacere sentirti. Io sto seguendo tutte le tue ricette; mi hai stregato con il pane alla ticinese, mia madre è rimasta incantata dalla brioche con i pistacchi e che dire tutto ciò che fai verrebbe voglia di assaggiarlo all’istante! Mi fa piacere che apprezzi la ricetta, qui a casa è stata un successone; ora non resta altro che aspettare il tuo collaudo!

      Mi piace

      1. Grazie stella, se avete un po’ di tempo provate il fiore ai pistacchi è veramente molto buono (sarà che di quell’impasto son proprio fiera 🙂 )
        Il pane alla ticinese ❤ la merenda dell'infanzia!
        Morbido morbido e vuoi mettere il piacere di staccare i paninetti con le mani?
        Appena provo la ricetta ti faccio sapere!
        Baci baci

        Mi piace

  2. Terry ha detto:

    Che bella. ..e chissà che Buona. .. io son stata in ferie una settimana. .. tanti buoni propositi. .. ma non tutti realizzati …;)

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Guarda questa mattina ho preparato due impasti uno per il pranzo,l’altro l’ho lasciato lievitare fino alle venti, per la cena…infatti è finito poco fa, in un baleno! Siamo rimasti proprio soddisfatti di questo esperimento 🙂 ora vado a fare un quiz di patente, mi tocca!

      Mi piace

  3. Erika Scarafia ha detto:

    Che aspetto delizioso, m’ispira tantissimo!

    Mi piace

  4. The Master Of Cook ha detto:

    Meravigliosa, complimenti Astrid!
    🙂

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Grazie sono contenta e pensare che la ricetta è nata un po’ per caso! Inizialmente non sapevo bene cosa avrei preparato; avevo solo tanta voglia di impastare! 🙂

      Mi piace

  5. tubekitchen ha detto:

    L’ha ribloggato su Video Ricette di Cucina e Arte Bianca.

    Mi piace

  6. bibliostatuario ha detto:

    Bravissima e non lo dico per dire, era soffice e saporita al punto giusto!

    Mi piace

  7. Elly ha detto:

    Molto bella, mi ricorda una versione nouvelle del classico erbazzone!

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Grazie Elly, lo sai che il classico erbazzone ancora mi manca!! Da provare anche quello =)

      Mi piace

  8. Noemi ha detto:

    Ma che bontà!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...