Muffin soffici al limone dal favoloso mondo di…Astrelie!

il

Ieri sera ho rivisto per l’ennesima volta Il favoloso mondo di Amelie. Sarò pure una ragazza dai mille dubbi, ma posso dire senza esitazioni che è uno dei miei film preferiti.

Forse proprio perché un po’ mi rispecchio nella piccola Amelie Poulain, sensibile, attenta alle piccole cose, fragile e sognatrice.

Sarà che rimango incantata dal taglio fotografico delle scene, dall’aspetto psicologico di ogni personaggio, dai colori, dagli sguardi penetranti e dalla storia fluida che mostra una realtà dolce, struggente, sempre con quel sottile filo d’ironia.

Sarà che ogni volta provo le stesse emozioni, e ogni volta in modo più intenso.

Sarà che questo film alimenta la mia voglia di Parigi.

Sarà infine che temi come la ricerca dell’amore, la morte, le dinamiche familiari, ciò che piace e non piace fare ai personaggi, le piccole ossessioni, il loro mondo interiore, i sogni, i desideri riescono ogni volta a coinvolgermi, mi ritrovo così anche io nel mio mondo (se poi esso sia è favoloso, questo non lo so, però!).

muffin al limone (3)

“Strana la vita.  Quando uno è piccolo, il tempo non passa mai.  Poi, da un giorno all’altro ti ritrovi a cinquant’anni, e l’infanzia o quel che ne resta è in una piccola scatola, che è pure arrugginita.”

 Il 31 agosto 1997 è il giorno decisivo della vita monotona di Amélie: appena apprende la notizia della morte di Lady Diana, il tappo di  un profumo le sfugge di mano e va a urtare una piastrella, sotto la quale Amélie trova una vecchia scatola di latta contenente vari oggetti: figurine, la foto di un calciatore, un ciclista di ferro ecc. Amélie riesce a rintracciare il proprietario e, con un’originale stratagemma, a fargli trovare la scatola. Assistendo alla reazione emotiva del signore, felice e incredulo per l’accaduto quasi per opera di un angelo custode che gli ha riportato alla mente i tempi della sua infanzia, dimenticati da tempo, Amélie rimane talmente colpita dalla reazione dell’uomo che decide di dedicare il suo tempo per risolvere la vita di chi le sta vicino.

Nella preparazione di questi muffin mi sono ispirata così al film. Avevo voglia di qualcosa di leggero, soffice e piccolo. Qualcosa che si potesse riporre dentro ad una scatola di latta…

Ingredienti per 10 muffin:
225 g di yogurt greco
2 uova
225g di farina
125 ml di olio di semi di mais
200 g di zucchero
1 limone
1/2 bustina di lievito
un pizzico di sale

Procedimento:
Grattugiate la scorza di un limone e spremete il succo.
Lavorate lo yogurt con le uova, l’olio, 200 g di zucchero, la scorza grattugiata del limone, 4 cucchiai di succo e un pizzico di sale.
Incorporate la farina setacciata con il lievito. Versate il composto negli stampini. Infornate a 180° per 25 minuti circa.

muffin al limone (4)

Annunci

13 commenti Aggiungi il tuo

  1. Terry ha detto:

    Anche io adoro quel film! …cara Astrelie… Complimenti per questi muffins soffici e poetici 😉

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Grazie Terry! Ieri mi sono resa conto della mia fissazione per le scatole di latta inoltre avevo dei limoni profumatissimi e la giornata era così bella…tutti elementi positivi che hanno influenzato questi muffin 🙂

      Mi piace

      1. Terry ha detto:

        Una congiunzione astrale… O astridale 😉 positiva ;)…. Anche io amomle scatole di latta… E altra obsession… Le tazze 😉

        Mi piace

      2. Astrid ha detto:

        Si mi ricordavo bene quindi delle tue varie ossessioni mi pare di averlo letto in molto tuoi post e questo mi fa molto piacere così non mi sento sola! La mia camera in questo momento è invasa da tazze tazzine scodelline scatole appunto di latta e vecchie caffettiere!!

        Mi piace

    2. bibliostatuario ha detto:

      Non soltanto soffici e poetici, ma davvero irresistibili! Infatti si sono volatilizzati in un batter di …denti!
      😉

      Mi piace

  2. tubekitchen ha detto:

    L’ha ribloggato su Video Ricette di Cucina e Arte Bianca.

    Mi piace

  3. Astrid, sono bellissimi i tuoi muffin e ancora più bella l’ispirazione che ti ha guidata! Il meraviglioso mondo di Amélie è uno dei miei film preferiti e l’ho visto non so quante volte! E quella tua scatolina di latta in foto… meravigliosa! 🙂

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Grazie Ale =) Ieri li ho portati in classe, è stato bellissimo vedere quanto sono piaciuti ai miei compagni =)

      Mi piace

  4. unviaggioincucina ha detto:

    Ciao!
    Complimenti per il tuo blog…se passi da me c’è un premio che ti aspetta…
    http://unviaggioincucina.wordpress.com/2014/03/05/1000-grazie-per-un-premio-inaspettato/

    Chiara di un viaggio in cucina
    http://unviaggioincucina.wordpress.com/

    Mi piace

  5. rosemarie ha detto:

    i muffins sono dei deliziosi dolcetti, apparentemente facili da fare ma invece alquanto insidiosi, possono perdere la loro morbidezza con niente se l’impasto è lavorato troppo. I tuoi hanno un bel aspetto soffice mmmm che buoni devono essere!

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Hai azzeccato in pieno! Sono stata proprio contenta di come sono venuti questa volta davvero soffici

      Mi piace

  6. e’ uno dei miei film preferiti sai? e amo così tanto la colonna sonora che ogni volta che ho qualcuno a cena la metto sempre come sottofondo! 🙂 ps: gli esami sono certa andranno benissimo!!!!!!!

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Grazie Elena speriamo davvero! Si la colonna sonora contribuisce molto nel rendere questo film fantastico!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...