Spaghetti al pesto di foglie di sedano

on

Quante prelibatezze possono nascere da un mazzo di sedano???

Guai a chi risponde: “Il sedano serve solo per il brodo vegetale e poi …dritto nel cestino!”

Dopo aver ricevuto due bei mazzi di sedano in regalo, mi sentivo in dovere di cercare delle ricette che lo rendessero protagonista; così nacque questo risotto leggero ed elegante, facile da preparare e con un lato eco-anti-spreco piuttosto notevole.

E il primo mazzo di sedano era andato. Ora toccava al secondo, con tutte le sue fogliolone verdi e profumate.

E sapete cosa ci si fa con le fogliolone di sedano? Ci si prepara uno squisito pesto per condire la pasta!

E questa è la storia di come le foglie di un rigoglioso cespo di sedano invece di finire tristemente la loro vita nel cestino  si sono trasformate in un pesto saporitissimo e sfizioso con pinoli e nocciole!

pesto foglie sedano (1)

Una crema perfetta per condire al volo un piatto di spaghetti.

Oppure per insaporire qualche crostino, o dare un tocco di colore al risotto.

Per rendere più appetibile una frittata …ma perché non una ghiotta spalmata sui pancake salati?!!

Ingredienti per 2 persone:

140 g di spaghetti

100 g di foglie di sedano

20 g di pinoli

20 g di nocciole pelate

olio evo q.b.

sale e pepe q.b.

Procedimento:

Lavate le foglie di sedano e sbollentatele per 1 minuto in acqua salata. Passatele sotto l’acqua fredda e strizzatele con delicatezza. Mettetele nel frullatore con i pinoli e le nocciole. Aggiungete l’olio quanto basta per cominciare a frullare. Frullate ancora, aggiungendo altro olio, fino ad avere un composto omogeneo, aggiustate di sale e pepe. Cuocete gli spaghetti al dente, scolateli e conditeli con qualche cucchiaiata di pesto.

pesto foglie sedano (6)

Annunci

2 Comments Add yours

  1. Bellezza mia!! Come stai? mi sono assentata un pochino, ma ci sono 🙂 Questo pesto lo devo provare: anzi ti dirò di più, lo provo questa sera stessa. I miei sono partiti e io mi devo occupare dell’orto di papà… mi viene gà un malore a pensare che con questo caldo disumano devo andare sotto il sole a cogliere pomodori, zucchine e piattoni, ma poi mi ripaga sempre tanto il piacere del “dopo”… di sedano ce ne è sempre in abbondanza, bianco e verde. E giuro non ho mai pensato di poterci fare un pesto!! i hai incuriosita, sia con qst preparazione che con il risotto qui sotto: non scappo! 😀

    Mi piace

    1. Astrid ha detto:

      Tesorino!! Mi sei mancata molto,ma non ti preoccupare che in termini di assenteismo anche io non scherzo! Come verrei ad aiutarti, certo fa caldo, anzi caldissimo ma non ho mai avuto un orto e mi piacerebbe così tanto vederti all’opera e imparare tante cose al riguardo!
      Fammi sapere come hai trovato questo pesto, sicuramente con le tue modifiche ne verrà fuori uno che farà invidia ai genovesi!! ihih 😀
      ❤ Un bacione

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...