Gaspare è di nuovo qui tra noi

Okay non ci sono stati nove lunghi mesi di gestazione, non ho dovuto sottopormi ad esami ed ecografie, nessuna nausea mattutina e nessun dolore. Vi posso dire comunque che, quando l’ho preso per la prima volta tra le mie mani, la felicità che ho provato è pari a quella che provavo quando mi nasceva un piccolo sims sull’omonimo gioco (the Sims) in età adolescenziale o ancora meglio quando ricevevo un nuovo bambolotto all’età di 5 anni.

Gaspare è di nuovo tra noi dunque. Molti di voi staranno pensando, saranno corrucciati o staranno solo ad aspettare, come in fatti farò tra poco, che io vi dica chi sia questo Gaspare. Gaspare è il mio lievito madre.

18555293_10212515618395999_139646100_n

Avete presente quel topos che ricorre nei film romantici di loro che corrono mano nella mano nei campi di girasoli o sulla riva del mare con abiti bianchi in cotone svolazzanti mentre dietro si consuma uno dei più bei tramonti dell’era? Ecco io e Gaspare eravamo questo. Sfornavamo pane, pizza, cornetti, calzoni e perfino torte. Gli impegni dell’università e del lavoro, sommati ad un periodo di continui viaggi mi hanno portato ad avere pochissimo tempo per dedicarmi a Gaspare così decisi piano piano di usarlo tutto. Fu un periodo duro pure per mia madre che ormai si era affezionata alla presenza di Gaspare che aveva bisogno del bagnetto, del rinfresco e della sua dose di miele come ricompensa quando sfornava pane da paura!

Dopo tre anni di rimpianti, di prove deludenti con il lievito di birra e di rimorsi per non aver più la mia pasta madre, le cose sono cambiate. Il 14 maggio per la festa della mamma il mercato contadino di Capannelle ha organizzato il PASTA MADRE DAY. Ed è stato lì che la mia vita ha iniziato a riprendere il suo naturale turbinio di vitalità, curiosità ed energia che avevo un po’ perso negli ultimi tempi.

PMDAY17_Locandina_MERCATO-543x768

Ora che sapete chi è Gaspare mi pare doveroso condividere con voi segreti, informazioni e consigli su come tenerlo al meglio per far sprigionare tutta la sua forza e potenzialità per prodotti da forno sani, buoni e belli. Ma di questo e molto altro ne parlerò nel prossimo post!

Annunci

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Ciao Gaspare! Proprio un nome romanaccio!

    Liked by 1 persona

    1. Astrid ha detto:

      Guarda non mi chiedere come mai ho deciso di chiamarlo cosi, da quando l’ho visto ho sentito che questo è il nome perfetto per lui!! 😂😂 spero in tante pizze e focacce 😍

      Liked by 1 persona

      1. Giustamente, come funziona per un bambino!

        Liked by 1 persona

      2. Astrid ha detto:

        Siiii esatto! È cosi bello 😁

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...