Torta salata con cavolo viola

Quando sei indaffarata a scegliere il maglione più caldo, facendo le prove sul balcone, il pile, i guanti, i sottoguanti e il berretto per coprire ogni singola parte del corpo capisci che tra pochi giorni lascerai i tanto “amati” 15° di Roma per andare incontro alle temperature rigide di…Berlino!

Certamente esistono posti dove le temperature sono nettamente più basse ma io sono estremamente freddolosa; per farvi capire la gravità della vicenda immaginate luglio a Roma e io che indosso una felpa e dormo imperterrita sotterrata dalle coperte!

Voi esclamerete:”Ma che ci vai a fa allora!”

Io ci vado perché da quando ci sono stata la prima volta, la seconda e la terza, la mia voglia di scoprire questa città aumenta sempre di più. Berlino è una delle città più aperte ed europee che ci siano, emozionante e particolarissima: qui ci si sente giovani e si respira un’aria di possibilità e un’energia ben diversa dall’aria italiana…

In questa città mi sento subito a casa: mostre d’arte, musei, musica, buon cibo, mezzi di trasporto super efficienti, tanti posti vegan – forse sul clima è meglio sorvolare per ora- e una cosa è certa: appena posso mi ci trasferisco, ecco perché ci vado, per prendere piano piano confidenza con quella che sarà la mia futura casa!

Il volo mi attende, ma non posso e non voglio lasciarvi senza una ricetta, così oggi ho pensato ad una torta salata estremamente facile da preparare e buonissima. La pasta è la solita, ormai una garanzia e ogni volta, mentre assaporo una fetta di questa torta,  mi riempio di stupore per aver realizzato una torta così buona, genuina e nutriente!

img_3362

Ingredienti:

300 g di farina integrale

2 cipollotti

5 cucchiai di olio evo

pepe nero e sale q.b.

350 g di cavolo viola

200 ml di latte vegetale

Procedimento:

Impastate la farina con 5 cucchiai di olio, una presa di sale e 150 ml di acqua, fino a ottenere un impasto liscio o morbido. Lasciatelo riposare in frigo per almeno 30 minuti avvolto in un foglio di pellicola per alimenti. Mondate i cipollotti e il cavolo verza e tritateli grossolanamente.  Scaldate 4 cucchiai di olio in una padella antiaderente, unite i cipollotti e il cavolo verza e lasciateli stufare dolcemente per 10 minuti. Versate il latte vegetale e aggiungete una presa di sale, una manciata di pepe e cuocete il cavolo verza fino a che non si saranno ammorbiditi. Stendete la pasta in una sfoglia sottile e rivestite una teglia da forno del diametro di 28 cm foderata con carta da forno. Versate il composto e livellatelo, con della pasta avanzata coprite il ripieno con delle striscioline di pasta. Cuocete la torta in forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti.

Tschuss!!

 

 

Coppette di zucca, cioccolato fondente e noci

Buongiorno a tutti! Come state?

Ovviamente io mi sono presa la prima influenza del mese, evento del tutto normale considerando che anche a luglio riesco a prendermi il raffreddore o il mal di gola!

Influenza a parte oggi voglio parlare del mercoledì (ah sì neanche a domandarvelo, probabilmente è la febbre che mi ha dato questo input ahaha) il giorno nel quale mi sento maggiormente produttiva, sarà un fattore psicologico, non ne ho dubbi su questo, fatto sta che mercoledì lo vedo un po’ come quel giorno in cui studiare, in cui mettere in ordine la stanza, organizzarmi i giorni successivi e ovviamente, quando ho tempo, cucinare! E non a caso oggi, poiché mi state tanto accccuore (da leggere con molto pathos), ho pensato che vi facesse comodo un dolce per il weekend seguente!

img_3355m

Lo so, lo so non c’è bisogno che mi ringraziate!

Ormai lo sapete che, quando arriva l’autunno, avere una zucca in casa, sempre a portata di mano, per me diventa una necessità imprescindibile.

Il dolce di oggi è una rivisitazione dei bicchierini di zucca, cioccolato bianco e noci pecan di Rossella Venezia, vi consiglio di dare una bella letta al suo blog, vanigliacooking!

Siete pronti per assaporare una deliziosa mousse di zucca alla cannella, ricoperta da tante noci croccanti e sostenuta da un’imperdibile ganache al cioccolato fondente?

Io penso proprio di sì e, a questo punto, andiamo di ricetta!😀

img_3356

Ingredienti per 4-6 persone:
per la crema di zucca speziata
600 g di zucca cotta già a temperatura ambiente
100 g di yogurt vegetale (corposo)
40 g di zucchero di canna integrale
½ cucchiaino di cannella in polvere
per la ganache al cioccolato fondente
200 g di cioccolato
100 g di panna vegetale
40 g di noci
2 cucchiai di sciroppo d’acero (o miele di castagno)
½ cucchiaino di cannella in polvere

Preparazione:
Preparate la ganache al cioccolato fondendo a bagnomaria (o a fuoco dolcissimo in una casseruola a fondo spesso) il cioccolato tagliato grossolanamente. In un altro pentolino scaldate la panna. Una volta calda versatela sul cioccolato fondente tolto precedentemente dal fornello e mescolate senza interruzione. Versate sul fondo delle coppette e lasciate freddare.
Frullate la zucca insieme allo zucchero di canna integrale e alla cannella, poi amalgamate con lo yogurt. Nel frattempo tritate grossolanamente le noci.
Versate la mousse di zucca nelle coppette, sopra alla ganache per intenderci. Aggiungete le noci e spolverate a piacere con la cannella e lo sciroppo d’acero, anche un po’ di cacao non ci sta male, ve lo assicuro!

img_3358

Buon mercoledì produttivo a tutti!

Gnocchetti di patate con salvia e noci

Sul mio balcone, nel giro di pochi anni, è stato un crocevia di piantine di basilico, salvia e altre erbe aromatiche che non hanno mai deciso di stabilirsi definitivamente. Ovviamente è per questa loro decisione non per la mia mancanza di pollice verde… Però il rosmarino sembra resistere bene, forse è per questo che vi è un notevole incremento di patate al forno a cena?!

Per fortuna so dove rimediare le mie erbe: timo, erba cipollina e salvia sono dei veri e propri arbusti che regnano sovrani in un cortiletto vicino casa, secondo me tra qualche anno se la giocano con gli alberi millenari!

Così capita che torno a casa tutta contenta con il mio freschissimo mazzetto di erbe aromatiche e il passo che le vede protagoniste in una ricetta  è veramente piccolo!

Vi propongo un piatto semplicissimo di gnocchetti di patate casarecci, con noci, erba cipollina e salvia.

Lo so che semanticamente parlando la parola gnocchetti va di pari passo con burro ma avevo finito quello vegetale quindi beccatevi gli gnocchetti con l’olio!

gnocchetti-di-patate-noci-e-salvia-3

Ingredienti per 4 persone:

500 g di patate

150 g di farina

10 foglie di salvia

un pizzico di noce moscata

50 g di noci

una manciata di erba cipollina

olio evo q.b.

Procedimento:

Lessate le patate e una volta freddate sbucciatele e schiacciatele con lo schiacciapatate. Aggiungete la noce moscata e un po’ alla volta la farina, la quantità dipende dalla resa delle patate; meno farina richiedono e migliore sarà il risultato. Una volta formato l’impasto, compatto e morbido, iniziate a creare dei cilindri lunghi di pasta e ricavate gli gnocchetti. Mettere a bollire una pentola capiente con abbondante acqua e un filo d’olio, l’olio aiuta a non far attaccare gli gnocchi tra di loro. Lessate gli gnocchi nell’acqua bollente, per pochissimi minuti. Nel frattempo scaldate l’olio in padella e aggiungete l’erba cipollina, tritate le noci grossolanamente e aggiungetele. Scolate gli gnocchi con una schiumarola e saltateli direttamente in padella con il condimento. Aggiungete le foglie di salvia. Servite subito, decorando con i gherigli di noce interi.

gnocchetti-di-patate-noci-e-salvia-4

Crema dolce di zucca e pompelmo

Quest’anno mi sta invadendo la voglia di cucinare frutta e verdura di colore arancione e tonalità adiacenti; zucca, arance, carote e cachi, sono entrata perfettamente nello spirito autunnale, non credete?!

Proprio ieri sera, per non essere da meno, ho fatto di una zucca, varietà butternut, una crema strepitosa, perfetta da spalmare su pancake, fette di pane o per farcire torte e muffin!

Manca una settimana precisa ad Halloween, io vi propongo questa crema dalla facilità estrema e velocissima da preparare che vi farà fare un figurone e donerà un tocco in più alla vostra tavola!

crema-dolce-zucca-poompelmo-2

Ingredienti:

800 g di zucca (pulita da buccia e semi)

succo di mezzo pompelmo e succo e scorza di mezza arancia

un cucchiaio di sciroppo d’agave

1 cucchiaino di sciroppo di malto

1 pizzico di cannella, zenzero e curcuma (io ho abbondato)

Procedimento:

Tagliate la zucca a tocchetti e cuocetela al vapore, per circa un quarto d’ora da quando l’acqua bolle. Con il frullatore ad immersione frullatela fino a che non ottenete una crema liscia. Aggiungete il succo e la scorza di mezza arancia e di mezzo pompelmo. Aggiungete le spezie, lo sciroppo d’agave e di malto. Mescolate bene per amalgamare il tutto.

crema-dolce-zucca-pompelmo-1

Io ho usato questa crema per farcire il pan di spagna vegano al cioccolato, la ricetta è molto semplice e ormai collaudata, presto ve la rivelerò intanto gustiamoci questa crema!

Zucca al forno con cipolle di tropea, porri e formaggio di capra

In queste giornate d’autunno sarebbe bello trovarsi in uno di quei boschi in cui gli alberi sono alti, fitti e pieni di foglie dalle mille sfumature. Mi piacerebbe andare a caccia di castagne. Pure perché al mercato costano un occhio della testa!

Intanto che aspetto di partire per questa avventura tra i boschi vi lascio una ricetta dal gusto squisitamente autunnale.

La ricetta di oggi si ispira proprio a tutti quei colori autunnali, caldi e pieni di sfumature che solo l’autunno può regalarci, colori che richiamano alla mia mente la fiamma viva del caminetto e la morbidezza del mio sciarpone con il quale mi proteggo dal vento.

Gli ingredienti per questa insalata autunnale provengono tutti dal mercato contadino di Capannelle che, ogni domenica, ci propone frutta e verdura a km 0.

Domenica 23 per chi ha voglia di festeggiare l’autunno in compagnia e per chi ama, come me, l’olio e il vino non può perdersi una giornata di degustazioni, eventi, musica e laboratori all’insegna del buon cibo e della condivisione. Vi lascio il link per tutte le informazioni!

insalata-di-zucca-e-cipolle-1

Ingredienti per 4 persone:

1.5 kg di polpa di zucca

3-4 cipolle di Tropea

1 porro

120 g di formaggio di capra fresco

1-2 cucchiaini di semi di lino

olio evo e sale q.b.

2 cucchiai di miele di castagno

Procedimento:

Tagliate la polpa di zucca a cubetti, disponetela in un unico strato in una teglia leggermente oliata, condite con un pizzico di sale e un filo d’olio e mescolate bene. Infornate per circa venti minuti a 200°. Nel frattempo tagliate le cipolle e il porro a fettine sottili, conditele e aggiungetele nella teglia con la zucca. Proseguite la cottura per altri 20 minuti, finché le verdure saranno diventate morbide e dorate. estraetele dal forno e trasferitele in un’insalatiera. Condite con il miele, i semi di lino e il formaggio di capra sbriciolato. Mescolate il tutto e servite in tavola!

insalata-di-zucca-e-cipolle-2

 

 

 

Vegan Pumpkin Pie

Con l’arrivo dell’autunno casa mia si riempie di zucche, come succede in estate con i cocomeri o con i meloni; insomma siamo una famiglia di cucurbitacee addicted!

Ma arriviamo al paradosso: sebbene sia un’amante assoluta della zucca in tutte le sue forme, non avevo mai preparato la famosa pumpkin pie, e penso nemmeno mangiata, non so come facevo ad andare in giro senza provare un briciolo di vergogna!

A parte gli scherzi questa mattina mi sono svegliata con una voglia clamorosa di prepararla ed è stato subito amore!

vegan-pumpkin-pie-crust-1

Ho iniziato preparando la pasta frolla, la ricetta è questa base che uso per le mie crostate e biscotti, e poi il ripieno: una crema di zucca e spezie, naturalmente dolce e saporita, densa e corposa… vi confesso che non ho resistito a immergere il cucchiaio e fare una merenda extra!

Insomma una vera bontà a patto che vi piacciano la zucca e la cannella!

Inoltre si avvicina Halloween e questa ricetta è perfetta se avete voglia di tingere la vostra tavola di arancione!

vegan-pumpkin-pie-crust-2

Ingredienti per la crema di zucca:

60 g di sciroppo d’agave

150 ml di latte vegetale

2 cucchiai di amido di mais

600 g di polpa di zucca cotta al forno

spezie:cannella, curcuma, cardamomo e noce moscata

Procedimento:

Mentre la pasta frolla riposa in frigo preparate il ripieno frullando la zucca, precedentemente arrostita in forno, con lo sciroppo d’acero, il latte e le spezie. Aggiungete, se necessario, l’amido di mais e frullate di nuovo. Stendete la pasta frolla, bucherellatela e cuocetela in bianco, ricoprendola con dei legumi secchi, per 20 minuti a 170°. Facendo attenzione a non scottarvi, levate i legumi secchi e versate la crema di zucca nel guscio di pasta frolla e infornatela per altri 15-20 minuti nella parte bassa del forno. Servite la torta fredda, accompagnandola con del cioccolato fondente o un ciuffo di panna montata vegetale!

vegan-pumpkin-pie-crust-8

 

Adoro il sapore dolce della zucca, la sua consistenza vellutata, il suo colore che mi mette tanta allegria, come la varietà delle sue forme buffe!

Vegan Pumpkin Muffin

In queste giornate, dove sole e pioggia si alternano più volte durante il giorno, la voglia di stare a casa a cucinare è sempre più forte pure perché, in autunno, sale la mia voglia di zuppe. La mia preferita è quella di patate e porri, penso che sia il mio comfort food nei giorni di pioggia!

Invece ieri mi sono svegliata, ho spalancato le finestre e ho respirato proprio quell’aria autunnale, pungente e fredda, dove però il cielo è terso, nitido e lucente; insomma una tipica giornata d’ottobre perfetta per un brunch! Così ho indossato il mio sciarpone arancione e sono andata con una mia amica a fare il mio primo brunch!

Per la precisione il mio primo qui in Italia, perché l’anno scorso ho fatto un brunch buonissimo in un posto molto raffinato a Berlino, Alpenstueck Restaurant, vi lascio il link, così se vi capita di trovarvi nei paraggi lo potete provare!🙂

vegan-pumpkin-muffin-1

Ma passiamo alla ricetta di oggi; questi muffin vegani, dolcificati semplicemente con lo con sciroppo d’acero devono tutto il loro sapore e la loro morbidezza alla zucca, ridotta in purea e arricchita da tante spezie, cannella, zenzero, cardamomo, noce moscata e curcuma!

Poi non so se ci avete fatto caso, ma io appena ho visto questi pirottini da Tiger con i fantasmini me ne sono subito innamorata, per non parlare delle bandierine!

Questi simpaticissimi muffin li riproporrò alla festa di Halloween che sto cercando di organizzare con i miei amici, se anche voi state pensando a qualche ricetta simpatica per Halloween io non posso che consigliarvi di preparare questi muffin con la zucca e le bacche di goji!

Ingredienti per 20 piccoli muffin:

40 g di mandorle

120 ml di sciroppo d’acero

1 bustina di lievito

50 ml di latte vegetale

50 ml di olio evo

200 g di purea di zucca

200 g di farina di farro ( potete usare qualsiasi farina preferite)

1 cucchiaino di cannella, cardamomo, zenzero, curcuma, noce moscata

50 g di bacche di goji precedentemente ammorbidite in un bicchiere d’acqua tiepida.

Procedimento:

Tritate le mandorle nel mixer fino a ridurle in farina, unitela alla farina di farro e mescolate. Aggiungete il lievito, le spezie e mescolate. Versate poi l’olio, il latte vegetale, la purea di zucca e lo sciroppo d’acero. Amalgamate bene il tutto fino ad ottenere un impasto fluido e compatto. Aggiungete le bacche di goji, mescolate e versate il composto nei pirottini. Fate cuocere per circa 30 minuti a 180°C. Una volta pronti lasciateli riposare.

vegan-pumpkin-muffin-3

 

Vegan Banana Bread

banana-bread-vegan-1

Si vede che ho iniziato nuovamente le lezioni all’università, eh?

Lunedì e Martedì ho avuto le prime lezioni, dalle 10 alle 20, sono uscita con i neuroni che friggevano; statistica e metodologia della ricerca sociale mandano in tilt le mie sinapsi!

Dopo giorni di colazioni frenetiche, a base di caffè e cappuccini al bar della Sapienza, ecco che riesco, finalmente, ad addentare una bella fettona di banana bread!

Questa è la mia ricetta collaudata del banana bread senza uova, burro e altri ingredienti di origine animale!

Si prepara in pochissimo tempo e il risultato è sempre strepitoso: lasciatevi conquistare dalla morbidezza di questo plumcake e dal ripieno cioccolatoso!

Ingredienti:

320 g di farina

150 g di zucchero

mezza bustina di lievito

un pizzico di sale

cannella e cardamomo q.b.

purea di 3 banane mature

120 ml di latte vegetale

200 g di cioccolato fondente a tocchetti

40 ml di olio

Procedimento:

In una terrina unite la farina, lo zucchero, la bustina di lievito, il sale e le spezie. Mescolate accuratamente e aggiungete il latte vegetale, l’olio e la purea di banane. Amalgamate il composto e aggiungete la cioccolata fondente precedentemente ridotta a tocchetti. Infornate a 180° per almeno 45 minuti.

Ora si che la giornata può iniziare con la giusta carica!!

Strudel alle mele senza uova e burro

Questa mattina mi sono svegliata con il biiip biiip del mio cellulare che mi stava avvisando che oggi è il giorno dell’equinozio d’autunno; sapete cosa vuol dire questo per me?  Iniziare a fare il conto alla rovescia, mancano esattamente 270 giorni all’estate!

Ma dato che non posso passare i giorni restanti nella nostalgia dell’estate, l’unico modo per sopravvivere è riempirmi di frutta e verdura di stagione. Così in questi giorni mi troverete felice in mezzo a zucche, porri e mele! Queste mele sono fantastiche, arrivano direttamente da Nocecchia; raccolte, messe in macchina e ora pronte per diventare un dolce e corposo ripieno per il mio strudel!

strudel-veg-1

Come per la pasta frolla, anche per la pasta brisè vi è una costellazione di ricette diverse tramandate da mamme e nonne, ne sono pieni i libri e il web e ci vorrebbe una vita solo per provarle tutte. In passato ne avevo provate un paio senza rimanere entusiasta. Una volta era venuta una pasta troppo compatta, difficile da stendere, penso che quello sia il problema principale per lo strudel!

La ricetta di oggi invece vi permette di preparare una pasta brisè leggerissima e gustosa, rustica e genuina semplicemente usando l’olio extravergine, niente burro e uova. Il risultato è perfetto: una pasta croccante, delicata e ottima sia per le preparazioni salate che quelle dolci!

Ma volete sapere la cosa veramente bella? Si prepara in un attimo, torno da lavoro e in un’ora ecco una torta salata pronta per la cena! Provatela!!

Il trucco ve lo svelo: si impastano tutti gli ingredienti fino ad avere una bella palla omogenea e morbida, si avvolge con la pellicola e si lascia riposare in frigo, così l’impasto si rilassa e sarà più facile stenderla.

La ricetta proviene dal blog di Elisabetta, che seguo tantissimo: per me le sue ricette così come i suoi video, sono una manna e fonte d’ispirazione. Quindi grazie anche questa volta per la ricetta della pasta brisè, Eli!

strudel-veg-2

Ingredienti per la pasta:

250 g di farina

3 cucchiai di olio evo

1 pizzico di sale

90 ml di acqua fredda

50 ml di latte vegetale

Ingredienti per il ripieno:

3 cucchiai di zucchero di canna

2 cucchiai di rum

scorzetta di un limone

3 mele

cannella q.b.

50 g di uvetta

pinoli, noci e mandorle a volontà

Procedimento:

In una ciotola versate la farina, io ho usato quella integrale, l’olio, il latte vegetale e mescolate fino a formare delle grosse briciole. Aggiungete anche il sale e l’acqua, mescolate tutto fino a formare una palla compatta. Avvolgetela nella pellicola trasparente e procedete con il ripieno. Sbucciate le mele e tagliatele a piccoli pezzettini, versatele in una ciotola e aggiungete lo zucchero, il liquore, la buccia di limone, la cannella, l’uvetta e la frutta secca. Stendete la pasta in una sfoglia abbastanza sottile e rettangolare, io vi consiglio di farlo su un foglio di carta forno, in modo che poi sia facile arrotolare lo strudel. Versate il ripieno al centro e richiudete lo strudel. Prima di infornatelo spennellatelo con un’emulsione di olio e latte, quindi  infornate a 175° per circa 30 minuti.

strudel-veg-3

 

Ricette di base: La pasta frolla

Buona domenica a tutti, come va?

Siete tornati a padroneggiare la vostra scrivania d’ufficio o state ancora con la testa fra le nuvole?

Io sono tornata a lavoro già da un mesetto; il 26 iniziano le lezioni all’università, ho visto gli orari, vi dico solo che non avrò il tempo nemmeno di sbucciarmi una mela, così mi sfogo ora in cucina che prima di dicembre sarà dura togliere la testa dai libri!!

Questa mattina mi sono alzata con la voglia di preparare una pasta frolla come si deve, di quelle che dici “ooh è proprio perfetta!”.

Non so voi ma per me la riuscita della pasta frolla è importantissima, quando non riesco a formare un panetto liscio e compatto la giornata si può dire conclusa.

Dopo tanti, tantissimi, milioni di tentativi posso condividere con voi la ricetta della pasta frolla che uso tutte le volte che devo preparare crostate o biscotti.

Da quando sperimento dolci senza ingredienti animali ho riscoperto il piacere di mangiare la pasta frolla…bye bye retrogusto burroso!

torta-pinoli

Quando preparate una frolla, che sia per cottura in bianco, ovvero senza marmellata o altro ripieno, oppure già farcita, il mio accorgimento è quello di usare una farina debole, così da ottenere una base più friabile e leggera. La farina di farro per esempio è ottima!
Spesso opto per un mix di farine: farina di grano saraceno, farina di tipo 2, farina integrale di frumento…insomma osate!! Vi consiglio quindi di usare 250 g di farina bianca e 250 di farina di farro, integrale ecc.

Questa ricetta è frutto di vari tentativi e rielaborazioni provenienti dalla ricetta tradizionale.

Amici celiaci provatela con un mix di farina di riso, di grano saraceno e farina di mais fioretto…perfetta anche in versione gluten-free!

Siete pronti per la pasta frolla senza burro, grassi idrogenati e uova?

Ingredienti:

500 g di farina

 250g di zucchero di canna

130g di acqua

 30g di olio di mais

30 g di latte vegetale

70g di olio extravergine d’oliva

 un pizzico di lievito per dolci

 un pizzico di semi di vaniglia

aromi a piacere: cannella, noce moscata, cardamomo, curcuma ecc…

Procedimento:

Mettete lo zucchero in una ciotola con l’acqua e mescolate bene.
Aggiungete poi l’olio, il latte, l’interno di un pezzetto di bacca di vaniglia e mescolate.
Unite il lievito, le due farine e gli aromi fino ad ottenere il panetto di frolla.
Avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare almeno un paio d’ore in frigorifero.
Una volta passato il tempo necessario, utilizzatelo come una normalissima pasta frolla e cuocete a 170°C per circa 30 minuti.

pasta-frolla-veg